Disagi studenti pendolari FSE. M5S: “Ogni anno emergenze prevedibili”

giovedì 19 settembre 2019

“‘Saranno garantiti i collegamenti capillari tra le contrade e i centri più piccoli con i principali bacini scolastici delle province di Bari, Brindisi, Lecce e Taranto e un orario cadenzato in funzione degli orari di entrata e uscita delle scuole’. Parole dell’assessore regionale ai trasporti Giannini pronunciate la scorsa settimana con riferimento alla nuova offerta di autobus FSE per il trasporto scolastico e puntualmente disattese alla prova dei fatti. Con la riapertura delle scuole, infatti, i collegamenti si sono dimostrati del tutto insufficienti, con ragazzi e professori che pur di arrivare puntuali e non perdere l’autobus si sono anche fatti male e sono stati costretti a viaggiare in condizioni che non garantivano il minimo standard di sicurezza.

Vogliamo sapere da Giannini come sia possibile ogni anno ritrovarsi davanti agli stessi disservizi, senza riuscire a definire per tempo i collegamenti necessari agli studenti, salvo poi aggiungerli in fretta e furia dopo le proteste dei pendolari?” -  Se lo chiedono i consiglieri del Movimento 5 Stelle in seguito ai disagi denunciati in questi primi giorni di scuola dagli studenti pendolari e documentati con foto e video sui social. “Il contratto di servizio tra Regione e Ferrovie del Sud Est - continuano i pentastellati - prevede chiaramente che le parti attuino ‘frequenti azioni di controllo e monitoraggio sui servizi’ e l’impegno di confrontarsi con le associazioni dei consumatori attraverso periodici incontri. Si stabilisce inoltre che la società pubblichi annualmente l’aggiornamento della propria Carta dei Servizi in cui siano riportati anche i dati della ‘customer satisfaction’ sul servizio erogato l’anno precedente; migliori progressivamente i fattori di qualità previsti dalla Carta; pubblichi e diffonda gli orari dei servizi di trasporto aggiornandoli a ogni variazione.

Ci risulta ad esempio che le 13 corse aggiunte a partire da ieri per collegare Bari e i comuni dell’hinterland siano state comunicate solo sulla pagina Fb dell’azienda, non sul sito. Ci domandiamo quali siano i risultati delle azioni di monitoraggio eseguite nel corso degli anni. In particolare, chiediamo all’Assessore frequenti attività di controllo e monitoraggio relative a puntualità, regolarità del servizio, rispetto degli standard di sicurezza con riferimento alla capienza massima dei mezzi e adeguamento dell’offerta rispetto al fabbisogno. Capiamo che la situazione sia complicata dalla presenza dei cantieri sulle linee ferroviarie che costringe i pendolari ad usufruire del trasporto su gomma, ma la situazione era nota già da tempo e la Regione avrebbe dovuto pianificare un numero di corse adeguate. Non è possibile che ogni anno ci si debba ritrovare a gestire ‘emergenze’ in realtà prevedibili e diventate ormai costanti come il primo giorno di scuola”.

Altri articoli di "Scuola"
Scuola
28/12/2017
L'episodio a Torchiarolo: il bambino, di 9 anni, non aveva fatto un giorno di scuola ...
Scuola
24/10/2017
La regione Puglia ha ripartito ai comuni pugliesi ...
Scuola
20/10/2017
Terzo appuntamento oggi alle 10.30, con gli adolescenti coinvolti nel cineforum ...
Scuola
01/05/2017
Dall’1 al 7 maggio, la 3° Settimana Italiana dell’Insegnante. Ritorna il ...
Regione Puglia è Comune di Brindisi quest’anno hanno unito le forze (soprattutti i soldi) per chiudere il ...