Bancarotta fraudolenta: misura cautelare per un imprenditore di Ostuni

martedì 27 novembre 2018
L'imprenditore edile di 65anni nei guai: distraeva i fondi fallimentari per rimpinguare le casse della società. 

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Brindisi hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare “ai domiciliari”, a firma del GIP del Tribunale di Brindisi (Dott. Giuseppe Biondi), emessa nei confronti di un imprenditore ostunese, T.M.A. di 65 anni, amministratore unico di una società operante nel settore edile.

La misura coercitiva è scaturita dallo sviluppo di indagini delegate dalla locale Procura della Repubblica, a seguito del fallimento della società ed all’omesso deposito, nei termini di legge, delle previste scritture contabili.

L’esito del puntuale esame della documentazione rinvenuta durante l’attività, veniva confermato dall’ascolto testimoniale delle persone a vario titolo coinvolte nei fatti di bancarotta. Nel dettaglio, "le risultanze investigative ottenute dalle “Fiamme Gialle” brindisine, delineavano una distrazione sistemica dell’attivo fallimentare, cui faceva eco la propedeutica sottrazione di parte dell’impianto contabile utile alla ricostruzione del patrimonio societario. Contestualmente all’esecuzione della misura coercitiva, sono state eseguite perquisizioni locali disposte dal PM titolare delle indagini (Dott. Raffaele Casto - Sostituto), al termine delle quali sono stati acquisiti ulteriori elementi probatori, utili al prosieguo delle attività".

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
14/12/2018
Sequestro e indagini della Capitaneria per accertare che la ...
Cronaca
14/12/2018
Sul tir con targa greca erano stipati 145 colli ...
Cronaca
14/12/2018
L'episodio a Latiano: in manette un bracciante agricolo ...
Cronaca
13/12/2018
L'uomo di Mesagne ha maltrattato ripetutamente la moglie e ...
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige "I solisti del sesto armonico". La stagione ...