Scoperti durante un furto, minacciano il proprietario con una pistola: un fermato e tre in fuga

giovedì 8 novembre 2018
I fatti a Tuturano: uno dei 4 ladri catturato in un uliveto, è un 26enne di Oria. I complici sono ricercati.

A Brindisi i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, al termine degli accertamenti, in collaborazione con i carabinieri dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Puglia” hanno tratto in arresto Mario Iurlaro, 26anni di Oria, con precedenti. L'uomo è ritenuto colpevole dei reati di ricettazione, furto e rapina, commessi in concorso con altri tre comlici, attualmente ricercati.

I fatti in tarda mattinata, verso le 10, in contrada Angelini, nella frazione di Tuturano. Un imprenditore agricolo del luogo ha segnalato alla centrale operativa del Comando Provinciale Carabinieri che poco prima alcuni malfattori avevano asportato dai terreni della sua azienda un trattore agricolo marca New Holland 70-86s, dandosi poi alla fuga con il mezzo lungo la vicina strada provinciale 82. Alcuni minuti dopo, mentre stava percorrendo quella strada rincorrendo i ladri, l’imprenditore ha incrociato il proprio mezzo agricolo appena rubato con a bordo una persona col volto travisato con una sciarpa, con al seguito un Fiat Doblò con all’interno altri tre complici. La stessa auto è poi risultata rubata il 1° novembre scorso a Tricase (LE). Per cercare di fermare i ladri, l’imprenditore ha tentato quindi di bloccare la fuga mettendosi di traverso sulla carreggiata, costringendoli prima a tentare una manovra di speronamento con il Fiat Doblò e dopo,  finiti fuori strada, ad abbandonare il mezzo incidentato e il trattore, per darsi alla fuga a piedi in mezzo ai campi. In quel frangente uno dei quattro malviventi, per scoraggiare l’imprenditore dall’inseguirli, ha estratto una pistola puntandogliela addosso.

Le ricerche immediatamente avviate e condotte dalle pattuglie delle Stazioni di Tuturano, Cellino San Marco e dell’Aliquota Radiomobile, sono state portate avanti in stretta collaborazione con una Squadra dei Carabinieri Cacciatori di “Puglia”, già sul territorio per un servizio programmato di censimento nelle aree rurali. La pattuglia dei Carabinieri Cacciatori ha dunque seguito a piedi le tracce lasciate sul terreno dai malviventi per circa 2 km dal punto in cui erano stati abbandonati i veicoli, braccando e sorprendendo l’arrestato mentre era ancora in fuga, separato dai complici.

Le ricerche finalizzate ad individuare gli altri responsabili, sul conto dei quali si sono stati raccolti tutta una serie di importanti elementi di riscontro, sono in corso.

Il Fiat doblò è stato sottoposto a sequestro per l’effettuazione di specifiche attività di analisi. Nel corso dell’ispezione del veicolo è stata rinvenuta sul sedile posteriore una borsa rubata ad una bracciante agricola, con all’interno effetti personali.
L’arrestato dopo formalità di rito è stato associato alla casa circondariale di Brindisi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Altri articoli di "Tuturano"
Tuturano
16/11/2018
Sequestrati oltre 5.550 litri. Accertati ulteriori 6.500 litri di carburante consumato in ...
Tuturano
12/11/2018
Il ritrovamento a Tuturano, in contrada Angelini: le auto e ...
Tuturano
07/11/2018
Operazione con i cani antidroga: i controlli continueranno ...
Tuturano
02/11/2018
Attività di contrasto al fenomeno dell’abbandono incontrollato dei rifiuti: ...
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige "I solisti del sesto armonico". La stagione ...