A Brindisi arriva la nuova cura per il rachitismo: autorizzato il Burosumab

lunedì 29 ottobre 2018
La nuova molecola sarà distribuita al Perrino: combatte la forma rara del rachitismo ipofosfatemico.

In arrivo a Brindisi una nuova cura per il Rachitismo. La unità operativa di Pediatria di Brindisi, diretta dal dottor Fulvio Moramarco, è stata autorizzata dall’ Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) all’utilizzo di un farmaco innovativo per curare due bambini brindisini affetti ‘Rachitismo ipofosfatemico’: una malattia rara, ereditaria che porta a gravi deformità ossee, specie degli arti inferiori, con dolori e bassa statura.

Per curare questa malattia verrà somministrato un nuovo farmaco, il Burosumab, che agisce sulla causa della malattia, e che promette risultati eccezionali per questi pazienti che, se non trattati sono destinati ad una vita difficile.

Il dottor Francesco Gallo, responsabile del Servizio di Endocrinologia e Diabetologia di Pediatria dell’Ospedale ‘A. Perrino di Brindisi’ da alcuni anni si dedica alla cura di bambini affetti da questa malattia invalidante, ha espresso la sua soddisfazione per il riconoscimento dato a Brindisi, in quanto si tratta della prima autorizzazione che l’AIFA concede per l’utilizzo di questo farmaco in ambito Pediatrico, in Puglia.
 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
02/02/2018
 I dati della Puglia confermano un aumento della ...
Sanità
04/12/2017
Intervento del nucleo di polizia tributaria a Brindisi: i ...
Sanità
31/10/2017
Saranno inaugurati gli ospedali di comunità a Fasano e Mesagne, rispettivamente il ...
Sanità
30/10/2017
Al XIX congresso nazionale AIOM di Roma si è ...
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige "I solisti del sesto armonico". La stagione ...