"Monologo della buona madre": all'Ex fadda doppio appuntamento con il teatro e il libro di Lea Barletti

lunedì 22 ottobre 2018
Questo pomeriggio a partire dalle 18 a San Vito dei Normanni. In contemporanea laboratorio di arte contemporanea per bambini.

Questa sera, lunedì 22 ottobre, alle ore 18 presso l’ExFadda a San Vito dei Normanni  doppio appuntamento, tra scrittura e scena, con Lea Barletti e la compagnia Barletti/Waas. L’autrice, di origini salentine, da tempo residente a Berlino, presenterà la sua raccolta di racconti dal titolo “Libro dei dispersi e dei ritornati” (Musicaos). Lea Barletti dialogherà con Luciano Pagano.
Teatro poi alle ore 21, sempre all’ExFadda, quando la stessa Lea Barletti porterà in scena “Monologo della buona madre”, spettacolo tratto dal testo omonimo.

Lea barletti, autrice e attrice, presenta questo dialogo interiore intorno al delicato ruolo della madre. Come lei stessa racconta, "Monologo della buona madre" è dunque una confessione, una confessione in pubblico. Una confessione e un’ammissione di incapacità. Incapacità di vivere tout court, forse, o comunque incapacità di vivere al di fuori dello sguardo dell’altro. Ed è l’ammissione di quanto proprio la ricerca, nello sguardo altrui (che sia lo sguardo degli spettatori o lo sguardo della comunità umana cui si appartiene), di una sorta di “permesso d’esistere”, possa essere il motivo per cui si va in scena:  “Guardami, ascoltami, amami; fa’ che io sia!” è la richiesta, più o meno esplicita, più o meno sottintesa. Dunque, non si tratta solo di una donna, di una madre, che ha sempre voluto essere amata, ma anche di un’attrice, e del motivo profondo del suo agire in scena.

E' la storia di un corpo a corpo: un corpo a corpo di una donna con se stessa ed il proprio corpo, con la propria coscienza, con il proprio ruolo di madre, con i figli, con l’immagine di sé, con i propri modelli, con le proprie aspettative, con la propria inadeguatezza, con la propria fallibilità, con la propria creatività, con il tempo, con la vita, con la lingua, con l’amore.

Una donna, da sola in scena. Seduta in mezzo alla gente, al pubblico. Inizia il suo discorso dichiarando la propria intenzione di andarsene. Non se ne andrà, perché non c’è vita, per lei, come persona e come attrice, al di fuori dello sguardo altrui. Perché non c’è mondo se non quello che si crea nel discorso tra simili, e il teatro è questo discorso, come bene avevano capito i greci. Il mondo, la vita, è quello che succede tra le persone mentre si parlano: quello che succede tra l’attore e lo spettatore. Il mondo è qui, è adesso, è il teatro.

In contemporanea "La Chimera" svolgerà un laboratorio di arte contemporanea per bambini.

Spettacolo + aperitivo: 10 euro
Laboratorio bambini: 3 euro

Appuntamento questo pomeriggio, dalle ore 18, ExFadda L'officina del Sapere
Via Brindisi s.n., 72019 San Vito dei Normanni
Altri articoli di "Spettacoli"
Spettacoli
02/11/2018
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige ...
Spettacoli
07/05/2018
Giovedì 10 maggio con Gianfranco Berardi, attore ...
Spettacoli
26/03/2018
Il 20 aprile al Nuovo Teatro Verdi di ...
Spettacoli
09/08/2017
Sabato 19 agosto a Lecce, in piazza Libertini. “Best of Soul”, l'imperdibile ...
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige "I solisti del sesto armonico". La stagione ...