Adotta due cuccioli, poi li maltratta e li abbandona: salvati dai passanti

giovedì 4 gennaio 2018
L'episodio a San Pancrazio Salentino: i cuccioli erano stati adottati solo tre ore prima. Denunciato per maltrattamento e abbandono un 40enne.

Sono stati salvati dai passanti due cuccioli incrocio di labrador e lupo siberiano presi in adozione da un uomo senza scrupoli che,  dopo solo tre ore dall'affidamento, li ha abbandonati e maltrattati.

L'antefatto della vicenda a metà dello scorso novembre qunado una splendida femmina di dà alla luce otto magnifici cuccioli. L'evento non passa inosservato nel paese, tanto che un 40enne si presenta al proprietario manifestando l'intenzione di prenderne due: uno per sè, l'altro per un suo amico amante degli animali. Alla richiesta, il  proprietario della cucciolata acconsente, credendo nella buona sistemazione per le due bestiole, sicuramente protette e coccolate dai futuri padroni.  Purtroppo l'adozione dura però poche ore: i due cuccioli nella stessa giornata, a distanza di sole tre ore dal momento in cui il proprietario li aveva ceduto, vengono abbandonati ed destinati a morte certa. Il caso però ha voluto che due ragazzi del luogo, passeggiando per una strada periferica, udissero il lamento dei due cuccioli, chiusi all'interno di una busta di plastica e lasciati al loro destino. Raccolti e portati in un circolo poco distante, sono poi stati rifocillati da una ragazza che decide di prendersene cura. La giovane posta poi sui social l'annuncio del singolare ritrovamento, grazie al quale l'originario proprietario viene  a conoscenza della triste vicenda e dello scampato pericolo. Sbigottito, riprende quindi con sè i cucciolotti, amareggiato per la nefasta evoluzione della vicenda, e decide di segnalare i fatti ai carabinieri della stazione di San Pancrazio Salentino. I militari, dopo gli opportuni accertamenti,  hanno quindi provveduto a denunciare in stato di libertà l'autore del reato.

"Il maltrattamento e l'abbandono di animali rappresenta una problematica particolarmente sentita che deve costituire oggetto di riflessione, in particolare in ambito scolastico e tra le nuove generazioni" spiegano i carabinieri. "Le specie oggetto di abbandono sono soprattutto quelle domestiche del cane e del gatto. Il fenomeno si acuisce maggiormente nel periodo delle vacanze, anche se non é infrequente leggere nelle cronache del ritrovamento nei luoghi più disparati di animali esotici alcuni tra i quali importati clandestinamente nel nostro paese  da soggetti senza scrupoli, che ne fanno un commercio lucroso.  Animali,  costretti a vivere in spazi angusti ricavati negli appartamenti, luoghi che mal si attagliano con le loro abitudini e stili di vita.

In merito al maltrattamento degli animali la normativa di settore e' alquanto rigorosa, l'art.544 ter del codice penale recita che risponde di questo reato, punito con la reclusione da 3 a 18 mesi o con la multa da 5000 a 30.000 euro, chiunque per crudeltà' o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale o lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili. La stessa pena si applica a colui che somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate o li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi".

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
19/06/2018
I carabinieri di Brindisi hanno sgominato una banda di ladri di auto che operava ...
Cronaca
15/06/2018
L'episodio a Pezze di Greco: nei guai una 28enne ...
Cronaca
15/06/2018
I Carabinieri della Stazione di Francavilla Fontana, unitamente a quelli del Nucleo ...
Cronaca
14/06/2018
Scoperti grazie alle immagini di videosorveglianza nel ...
Giovedì 10 maggio con Gianfranco Berardi, attore non vedente, e Gabriella Casolari. Al Teatro Comunale di ...