Rifiuti nocivi nel Petrolchimico, il Prefetto dispone il sequestro di un'area

mercoledì 15 novembre 2017
Sigilli a un'area di 30 ettari di proprietà di una società già nei guai per fallimento.

Sequestro nel Petrolchimico ieri mattina. Su disposizione del Prefetto Valenti, è stata sequestrata un’area sita all’interno del Petrolchimico di Brindisi di circa 30 ettari. Sul posto, per il sopralluogo, si sono recati i tecnici dell'Arpa e del Noe di Lecce. La ragione è la presenza di numerosi sacchi e fusti contenenti  rifiuti potenzialmente nocivi.La zona è di proprietà di una società attualmente in curatela fallimentare. 

Successivi approfondimenti saranno affettuati dall'Arpa. 

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
14/12/2018
Sequestro e indagini della Capitaneria per accertare che la ...
Ambiente
21/11/2018
Gli ingegneri nominati dal gip hanno concluso che il gasdotto e la rete gas Snam alla ...
Ambiente
16/11/2018
L'operazione disposta dalla Procura di Lecce nell'ambito ...
Ambiente
02/11/2018
Attività di contrasto al fenomeno dell’abbandono incontrollato dei rifiuti: ...
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige "I solisti del sesto armonico". La stagione ...