Nasce a Brindisi “Azione Studentesca”

martedì 27 settembre 2016
Nasce a Brindisi “Azione Studentesca”.

A comunicarlo è lo stesso responsabile, Jacopo Sticchi. Di seguito la sua nota:
Venerdí  23 settembre, data storica per tutti coloro che si riconoscono nell'Idea di una Nazione contraddistinta dall'onore e dall'amore patrio, abbiamo programmato con grande entusiasmo la nascita, sul territorio, di Azione Studentesca. A distanza di parecchi anni rinasce a Brindisi un movimento identitario rivolto agli studenti. Azione Studentesca nasce dal basso, grazie alla volontà dei militanti, e con una propria autonomia ed indipendenza politica e culturale, che sappia difendere i diritti nell'interesse dell'identità Nazionale, della Socialità e della Tradizione. È una reale alternativa per tutti gli studenti che non si riconoscono negli attuali movimenti e non si sentono rappresentati da essi , nè dai loro modi di pensare ed agire.  A questi oggi, noi diamo finalmente la possibilità di poter abbracciare e condividere, attraverso l'aggregazione e la militanza, quelli che sono i nostri valori a difesa dell'identità.  Il simbolo della croce bretone tornerà ad accompagnare le rivendicazioni di quel mondo studentesco che non si riconosce nella 'buona scuola' di Renzi e nell'egemonia post sessantottina, che vuole mettere a tacere la vitalità delle idee, provocando inevitabilmente un declino di valori che attanaglia l'Italia e l'Europa intera. Alle spalle, infatti, abbiamo una civiltà di 2000 anni, quella delle legioni di Roma e dei miti greci, dell'aratro e della spada, e non possiamo permettere a nessuno di cancellarla o di sostituirla tramite imposizioni ed 'aggressioni' dettate dalle lobby e dai poteri forti, che oggi giorno sono costituite dalla teoria Gender e dal piano Kalergi, meglio conosciuto come 'grande sostituzione di massa dei  popoli’. Abbiamo una storia e una terra, apparteniamo ad un popolo e ad una Nazione, che spesso, a partire dal dopoguerra e passando attraverso la prima e seconda repubblica, ha svenduto l'onore in cambio di subdoli interessi. Siamo l'Europa delle identità e delle patrie, della famiglia naturale, dello spirito e delle tradizioni. La scuola deve trasmetterci dunque la fierezza di essere italiani e deve renderci orgogliosi di appartenere a tutto questo affinché possiamo difendere ciò che abbiamo imparato ad amare. Entra in Azione!".
 
Altri articoli di "Scuola"
Scuola
22/11/2020
BRINDISI/SAN PIETRO VERNOTICO - Ancora brutte notizie per ...
Scuola
19/11/2020
I bambini delle scuole elementari e medie della Puglia ...
Scuola
07/11/2020
PUGLIA - Alla fine Emiliano ha dovuto cedere e adeguarsi al ...
Scuola
05/11/2020
BRINDISI La deputata brindisina Macina spiega che il ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...