Porto, D'Attis: “Nostre le prime denunce di scippo, nostre le proposte mai ascoltate, di altri le scelte su moratoria”

martedì 6 settembre 2016
“Siamo stati i primi a denunciare lo scippo che si stava determinando con la cancellazione di Brindisi dai porti ‘core’ dell'Unione Europea”.

Lo afferma, in una nota, il capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale Mauro D’Attis. E prosegue: “Siamo stati i primi a contestare il Piano Nazionale Strategico della Portualitá che, con il successivo riordino, ha solo cancellato Brindisi invece di dare, come previsto nelle intenzioni, una Autorità di Sistema unica per la Puglia. È stato nostro (dei gruppi di centrodestra) l'ordine del giorno che proponeva una posizione ufficiale del Comune di Brindisi in tal senso fornendo anche ulteriori alternative come la governance itinerante. Siamo stati i primi, ancora – prosegue D’Attis - a dire che una moratoria senza uno scopo ben preciso non ha alcun senso. In gioco c'è il ruolo di Brindisi, nonostante gli scippi subiti. E non possiamo sostenere ‘moratoria sì’ o ‘moratoria no’ senza che ci siano impegni precisi per il futuro. In base al testo che sarà proposto valuteremo quindi la posizione come Forza Italia”.
 
Altri articoli di "Politica"
Politica
08/11/2018
Pubblicato un vecchio video del portavoce del Presidente ...
Politica
29/10/2018
 Il parlamentare del Movimento 5 Stelle ha pubblicato ...
Politica
18/10/2018
La tragedia lunedì a Castellaneta Marina. La notizia ...
Politica
15/10/2018
Il premier Giuseppe Conte ha convocato parlamentari e consiglieri regionali del M5S a ...
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige "I solisti del sesto armonico". La stagione ...