Terremoto, solidarietà dal Salento. Protezione civile frena: "Stop a iniziative autonome"

giovedì 25 agosto 2016

Continua la catena di solidarietà che vede la Puglia impegnata in prima linea per dare sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto in Centro Italia, ma la Protezione civile avverte: "No a iniziative autonome". 

Tra i primi aiuti a partire da Bari sono i cuscini e materassi che l’Msc Crociere ha devoluto all’Associazione di volontariato InConTra. Centocinquanta i materassi, un migliaio i cuscini sono arrivati al centro di raccolta per l'emergenza di Rieti a meno di 48 ore dalla catastrofe. Quello che era stato destinato per i bisognosi del barese in favore dei terremotati è stato donato dal presidente di InConTra Gianni Macina, alle zone terremotate. Il vicesindaco del Comune di Bari Vincenzo Brandi, ha provveduto a contattare la Protezione Civile e coordinare le operazioni per la spedizione. Lenzuola e federe, della Lavanderia Industriale F.lli Bernard, sono state messe a disposizione da Federalalberghi. Il mezzo di trasporto, un camion da 24 metri cubi, che effettuerà almeno due viaggi, offerto dalla Apulia Logistics. “Abbiamo una particolare vocazione ad assistere chi non ha più una dimora – afferma Gianni Macina – per questo non possiamo rimanere indifferenti a tanta gente che non ha più una casa. Offrire agli sfollati del terremoto tutti materassi e cuscini a nostra disposizione è il minimo che possiamo fare".

Tantissimi pugliesi, in queste ore, stanno mettendo a disposizione tutto ciò che hanno per poter aiutare le vittime del terremoto. 

Ma la corsa alla solidarietà che sta coinvolgendo anche il Salento e alcune associazioni, che stanno allestendo punti di raccolta di beni, viene frenata dalla Protezione Civile della Puglia che fa sapere che "in costante contatto con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, al momento non ha avuto disposizioni per organizzare raccolte di alcun genere di beni, materiali di conforto o altro, in quanto viene data priorità alla fase di soccorso alle persone ancora sotto le macerie. Eventuali indicazioni o necessità saranno comunicate dalla Sezione di Protezione Civile Regionale attraverso il sito www.protezionecivile.puglia.it". 

L'ultimo consiglio è a non intraprendere iniziative autonome, non coordinate con la Sezione Regionale della Protezione Civile così da non rischiare di intralciare le attività di soccorso.

Altri articoli di "Brindisi"
Brindisi
14/01/2019
Dopo 18 ore di serrate indagini è stato fermato l’autore del tentato ...
Brindisi
14/12/2018
Sequestro e indagini della Capitaneria per accertare che la ...
Brindisi
14/12/2018
Sul tir con targa greca erano stipati 145 colli ...
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige "I solisti del sesto armonico". La stagione ...