Tap, il Ministero riapre la Via. La Regione pronta a riproporre l'approdo a Brindisi

lunedì 22 agosto 2016
La procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale per il gasdotto della Tap sarebbe stata riaperta. La comunicazione sarebbe arrivata lo scorso 10 agosto negli uffici della Regione Puglia. La partita dell'approdo, per l'Ente di Lungomare Nazario Sauro, potrebbe riaprirsi. 

Il punto sarebbe, come è noto, la variante al progetto studiata dalla Trans Adriatic Pipeline e che riguarda il microtunnel. Secondo quanto emerso, le novità rispetto al progetto precedente, riguarderebbero due piattaforme in cemento armato che dovrebbero sorgere sull'exit point in mare e negli ettari di uliveto colpito da xylella dove è previsto il pozzo di spinta. Queste due modifiche sono ritenute dal Ministero sostanziali e, per questo, avrebbe deciso per la riapertura del procedimento di VIA. Su questo aspetto erano state avanzate delle perplessità dal Comitato No Tap che, nelle scorse settimane, aveva ribattuto sulla mancata presentazione delle prospezioni geologiche che potessero accertare la fattibilità e la sostenibilità dell'opera nelle acque di Melendugno. Da par suo, la Tap nega l'ipotesi di riapertura del procedimento: "Non ci risulta - commenta il portavoce di Tap, Luigi Quaranta - c'era un refuso sulla pubblicazione del documento. Altro non ci risulta". 

Eppure la Regione è già pronta a dare battaglia, tornando a ribadire, nell'incontro tecnico che sarà convocato a Roma nei prossimi giorni, che l'unico modo per risolvere la questione è spostare l'approdo e, in particolare, dirottarlo a Brindisi dove, come ha già spiegato il governatore Michele Emiliano, il punto di attacco esiste già, l'area è calcarea e non argillosa come Melendugno e si potrebbero risparmiare i 47 km di tracciato a terra. 
Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
11/02/2020
?BRINDISI - Si è svolto nella mi attinata odierna, ...
Ambiente
10/02/2020
BRINDISI - Gli ambientalisti tirano le somme del dibattito sul futuro ambientale della ...
Ambiente
30/01/2020
 *Rifiuti, Amati: “Lo dice pure la DIA. Il no ...
Ambiente
29/01/2020
 Giunge in Conferenza Stato-Regioni l’attesa ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...