Ecoreati, la denuncia in un'app

domenica 21 agosto 2016
Da domani sarà possibile scaricare l'applicazione per tablet e telefonini di ultima generazione. Segnalare i reati sulle spiagge e sul mare diventa ancora più facile e veloce.

Continua il processo di rinnovamento del numero verde 800.894.500: da domanisarà scaricabile da Google Play e Apple Store la nuovissima app gratuita “Ecoreati Puglia”che consentirà di segnalare i reati sul demanio marittimo e sul mare territoriale con uno smartphone Android o un Iphone, scattando una foto da inviare con un semplice click. La segnalazione georeferenziata verrà indirizzata alle associazioni che gestiscono il

progetto voluto dall’assessorato al Demanio e patrimonio della Regione Puglia: i Rangers d’Italia sezione Puglia, il coordinamento regionale delle guardie di FareAmbiente e il gruppo Ripalta Area Protetta federato alla Federazione Nazionale Pro Natura. «L'applicazione avrà una schermata iniziale che consentirà subito di denunciare gli ecoreati», spiega Mauro sasso, coordinatore del progetto. La novità si affianca al sito www.ecoreatipuglia.it, al canale social “Econews in Puglia” e al tradizionale servizio di call center 800.894.500, che sarà attivo fino al 15settembre.

L’obiettivo è di sensibilizzare e rendere sempre più partecipi i cittadini all’attività didenuncia che, seguita dall’intervento delle istituzioni, diviene modo per salvaguardare e tutelare l’ambiente in cui essi vivono. L’app della Regione Puglia, inizialmente prevista come sperimentale, sarà invece immediatamente operativa e rappresenterà la seconda esperienza del genere in Italia dopo la Regione Liguria. Scorrendo il menù a tendina il segnalate, al quale sarà garantita la privacy, potrà acquisire tutte le informazioni sulle Associazioni, leggere i comunicati, sfogliare la rassegna stampa e guardare la photogallery.

L’importante impegno organizzativo quest’anno è stato premiato con un incremento delle segnalazioni che hanno superato quota 220, a testimonianza della stima dei cittadini. «Il numero verde ha avuto riscontri più che positivi anche se c'è stato chi non ha ben inteso il senso del numero – racconta Sasso – Tempo fa siamo stati contattati da una signora di Livorno che voleva informazioni sui prezzi di un lido oppure c'è chi ci ha telefonato per dici che c'erano in spiaggia persone che praticavano il nudismo che, come si sa, non è un ecoreato».

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
14/12/2018
Sequestro e indagini della Capitaneria per accertare che la ...
Ambiente
21/11/2018
Gli ingegneri nominati dal gip hanno concluso che il gasdotto e la rete gas Snam alla ...
Ambiente
16/11/2018
L'operazione disposta dalla Procura di Lecce nell'ambito ...
Ambiente
02/11/2018
Attività di contrasto al fenomeno dell’abbandono incontrollato dei rifiuti: ...
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige "I solisti del sesto armonico". La stagione ...