L'artista Massimiliano Ferragina in vacanza ad Ostuni improvvisa un vernissage "Vacanz'arte"

mercoledì 3 agosto 2016
L'artista romano (di origini calabresi) emoziona gli ospiti del residence Costa Merlata con una presentazione delle sue nuove opere. Colore e Materia sono stati i protagonisti di un artistico pomeriggio. Ecco come l'artista sintetizza questo progetto: 

"Mi è sempre piaciuta l'espressione "bagaglio culturale". Mi da l'idea di un valigione quattro stagioni, quelle della vita...all'interno tutto il possibile sapere (etimologicamente "dare sapore") che si possa assorbire, ap-prendere. Ieri ho vissuto a richiesta, nonostante il momento vacanziero, un pomeriggio improvvisando un simil-vernissage (con tanto di aperitivo)!
Abbiamo aperto il bagaglio, abbiamo dato sapore all'amicizia, all'incontro, al desiderio di conoscere un nuovo linguaggio. Il contemporaneo. Ho potuto mostrare la mia arte, suscitare riflessioni ed emozioni, portare al centro del cerchio i temi fondanti dell'arte contemporanea: azione, provocazione, visione del futuro, profezia, denuncia, non-sense, concettualità...il mio bagaglio aprendolo si è arricchito...le opere hanno fortemente attratto i cuori, le menti. Lo "stupore metafisico" ha acceso desiderio di com-prendere, di riappropriarsi di se stessi, di ritornare a se stessi...con un linguaggio condiviso, dove protagonista è stata la "domanda" non la risposta! 

Info e biografia

MASSIMILIANO FERRAGINA

Biografia

Massimiliano Ferragina nasce a Catanzaro il 17 settembre 1977. Si trasferisce giovanissimo a Roma, dove si laurea in filosofia e teologia presso la Pontificia Università Gregoriana. La sua espressione artistica è influenzata notevolmente sia dal suo percorso accademico, sia da un viaggio di tre mesi in Sud America e da tre formative residenze d’artista a Parigi (2005), Dublino (2011) e Copenaghen (2012). Esordisce in Italia nel gennaio 2012, con il premio Open Art, presso le sale del Bramante a piazza del Popolo (RM). I suoi numerosi progetti artistici, presenti in tutta Italia e in vari Paesi del Nord Europa, hanno sempre un profondo ed introspettivo messaggio, in cui il mondo interiore è protagonista e motore immobile. Attualmente vive a Roma.

Nota critica

Il processo creativo è un procedimento emozionale, è un viaggio nel lato più intimo dell’artista che sa da dove parte ma non sa mai dove potrà arrivare.  L’arte di Massimiliano Ferragina porta con sé tutto il suo background culturale e la sua formazione professionale: laureato in filosofia e teologia, Ferragina è abituato a confrontarsi con quelli che sono i grandi interrogativi esistenziali, domande che la sua maestria pittorica gli ha permesso di trasporre su tela. Il suo è un linguaggio intensamente personale che lo conduce a imprimere sul quadro emozioni e stati d’animo a cui a volte risulta impossibile dare una definizione oggettiva e razionale. L’arte pittorica diventa così “terapeutica” e rivelatrice di emozioni perché libera lo spirito e scioglie l’anima. Forma e colore diventano elementi  complementari di uno studio di ricerca che permette all’artista di regalare un’emozione e di dare a se stesso una risposta alle tante domande che solo la sensibilità di chi ama e fa arte può porsi.

La sua curiosità intellettuale lo porta a sperimentare il colore, focalizzando la sua analisi soprattutto sui colori primari: in questo processo di sperimentazione concettuale e stilistica l’autore si propone di dominare le cromie, che si sciolgono, diventano liquide e malleabili. È un procedimento di presa di coscienza di quelle che sono le potenzialità del colore nella sua funzione primaria, di dare forma e volto ad uno stato d’animo.  Questo studio e questa attenzione esasperata nei confronti di tutti gli aspetti del processo creativo, fanno sì che l’impulso soggettivo di Ferragina dia vita ad un’astrazione carica di forza immensa.  È una figurazione subconscia alimentata da una dinamica pittorica che gli consente di non rimanere statica ma di generare vibrazioni che senza dubbio arrivano a chi la osserva.
 
Altri articoli di "Arte e archeologia"
Arte e archeologi..
19/10/2020
Il Covid-19 non ha fermato Loi di Campi, che continua a regalare autentiche perle rare ...
Arte e archeologi..
24/07/2020
"Ci sono vite che capitano e vite da capitano", ...
Arte e archeologi..
29/03/2020
In questi tempi inquieti e incerti, in cui tra le ...
Arte e archeologi..
05/03/2020
Uno Stradivari che colpisce il Covid-19, in queste ore sta ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...