Aspettando santa Margherita, la notte di Latiano è "senza ombre"

martedì 19 luglio 2016
La tradizione che si rinnova e si reinventa, per durare nel tempo e raccogliere la sfida dei tempi moderni, senza cancellare un passato fatto di fede e devozione.

È questo il fil rouge che gli organizzatori de “La notte senza ombre”, la notte bianca latianese, in programma questa sera nel comune brindisino, hanno seguito sin dal principio, mesi fa, quando si pensò di riaffiancare l'evento ai festeggiamenti in onore della santa patrona del paese, santa Margherita di Antiochia, fissati come sempre per domani, 20 luglio. 

L'idea di una “notte senza ombre”, azzeccata metafora per indicare una serata illuminata dalle tante iniziative in cartellone, è venuta 8 anni fa all'arciprete di Latiano, don Angelo Altavilla: la proposta fu accolta con entusiasmo dal compianto sindaco Graziano Zizzi che la sostenne in maniera decisa, tanto da farla diventare uno degli appuntamenti di spicco dell'estate latianese. Una delle fortune della manifestazione è quella di essere ormai un tutt'uno con la festa in onore di Santa Margherita: gli organizzatori sono stati bravi nel fondere i due momenti in un'armonia che ha decretato il successo del binomio, ormai indissolubile. 

Quest'anno, tante sono le novità in programma, a partire dalla composizione del comitato organizzatore: al fianco delle figure storiche che da decenni si occupano della buona riuscita della festa e che certificano la preservazione della tradizione, si è creato un gruppo giovane, capitanato dal nuovo presidente, Santo Vacca, al quale si aggiunge Angelo Ruggiero, due tra i più attivi in questi preparativi. 

La proposta offerta alla comunità per la ricorrenza tanto sentita rispecchia proprio il mix di tradizione e novità che anima il gruppo degli organizzatori, cominciando dai momenti di musica live: il primo, in via Roma, con il gruppo “Beddu ci balla” che presenterà un repertorio di musica popolare; l’altro, a base di ritmi caraibici con il latin’js Nico Tursi da Radio Punto Sud e Luis Loco. Al ritmo di salsa e meregnue, la notte latianese si trasformerà in uno show sotto le stelle con le migliori scuole di ballo della provincia di Brindisi, Lecce e Taranto. Il concerto finale è previsto intorno alle 22.30, minuto più, minuto meno, in piazza Umberto I: si esibirà il gruppo musicale Joy Band, composto da musicisti locali di ottimo livello che vantano prestigiose esperienze e collaborazione con artisti del calibro di Tony Esposito, Gino Paoli, Ivana Spagna, Al Bano, Simone Cristicchi e altri ancora, che presenterà un repertorio che parte dallo swing per intrecciarsi nelle atmosfere di altri generi musicali, toccando le corde del soul, del blues e della musica italiana d’autore, rivisitati sempre in chiave swing, producendo un sound trascinante e coinvolgente, in un percorso musicale avvincente ed entusiasmante. 

Non di solo intrattenimento vivrà la notte: via Roma si riempirà di spazi ludici per bambini con le associazioni “Fantasie da Nerd” e “Scuola bene comune”, di stand espositivi del settore agroalimentare, dell’artigianato locale e delle creazioni delle cooperative sociali esistenti sul territorio. Tanti anche gli artisti di strada. Come ogni notte bianca che si rispetti, poi, musei e monumenti spalancheranno le porte ai visitatori: il museo Ribezzi-Petrosillo, palazzo Imperiali saranno aperti e le guide turistiche locali accompagneranno quanti vorrano visitare i siti culturali. Sarà, inoltre, aperto il campanile della chiesa madre. 

L'accento del sindaco, Mino Maiorano, e dell'assessore alle attività produttive, Mauro Vitale, è puntato proprio su questo aspetto. «Con una festa bene organizzata – affermano gli amministratori – si riesce a fare comunità. Ringraziamo il comitato perché l'organizzazione dell'evento è stata davvero eccellente e curata in ogni dettaglio: al fianco dell'aspetto religioso, pur importantissimo, non bisogna trascurare quello ludico, quello culturale e quello commerciale. Se tutti gli ingranaggi sono ben sincronizzati, il meccanismo funziona e, in questo caso, ai posti di manovra ci sono persone attente a che tutto giri nel verso giusto». I festeggiamenti, poi, proseguiranno domani, con le celebrazioni religiose in onore di Santa Margherita e la festa civile che culminerà col concerto gratuito in piazza Umberto I de Il Cile, una delle realtà del nostro panorama musicale più interessanti di questa generazione. 
Altri articoli di "Riti Cattolici"
Riti Cattolici
25/03/2016
Miei carissimi figli e figlie,  siamo stati esortati dal Santo Padre, a ...
Riti Cattolici
22/03/2016
In occasione del tradizionale pellegrinaggio dei ...
Riti Cattolici
15/03/2016
I riti della Settimana Santa sono vissuti con particolare ...
Riti Cattolici
13/01/2016
Far crescere il mondo e la Chiesa. E' questo il principio cardine, senza figure ...
Sabato 19 agosto a Lecce, in piazza Libertini. “Best of Soul”, l'imperdibile tour di Mario Biondi, fa ...