“Flashes in Puglia”, selezione di cortometraggi internazionali

martedì 7 giugno 2016
Ad Ostuni due giorni dedicati al cinema internazionale con cortometraggi di registi provenienti da 12 Paesi e un focus sul tema dell’emigrazione.
 
Venerdì 10 e sabato 11 giugno ad Ostuni è in programma Flashes in Puglia, rassegna di  cortometraggi italiani ed internazionali promossa da Regione Puglia – Assessorato Industria Culturale e Turistica, Comune di Ostuni, Apulia Film Commission – Circuito D’Autore, DokuFest/Corners e Slowcinema (Ingresso gratuito informazioni slowcinemacinemaostuni@gmail.com). Un’intensa due giorni dedicata al cinema internazionale con una selezione di cortometraggi, realizzati da registi provenienti da 12 Paesi, che affrontano numerose tematiche ma che trovano una radice comune sul tema dell’emigrazione. Tutti i cortometraggi - che spaziano dal documentario all’animazione e sono stati premiati in importanti manifestazioni del calibro del Sundance Film Festival, Festival del cinema di Venezia, Festival di Cannes e Berlino - sono stati scelti tra il vasto programma di DokuFest, festival internazionale di documentari e cortometraggi del Kosovo, partner di Corners, progetto supportato dal programma EU/Creative Europe 2014-2018 nato per consentire lo scambio culturale superando le divisioni geografiche, politiche ed economiche. Alla selezione internazionale è affiancata una sezione di cortometraggi italiani a cura di Apulia Film Commission. Venerdì 10 giugno Flashes in Puglia prende il via alle ore 17.00 al Caffè Cavour con Cinema, Sguardi Dalla Puglia Ai Balcani, incontro moderato da Simonetta Dello Monaco al quale partecipano Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio - Regione Puglia, Niki Maffei, Assessore al Turismo e alla Cultura - Comune di Ostuni, Veton Nurkollari, Direttore Artistico DokuFest (partner del progetto Corners), Maurizio Sciarra, Presidente Apulia Film Commission e infine Cristina Piscitelli, Ufficio Progettazione e gestione progetti - Apulia Film Commission. Alle ore 19.00 e alle ore 21.30 presso Slowcinema ad Ostuni è in programma la prima parte del programma di cortometraggi internazionali con Shipwreck regia Morgan Knibbe (Olanda 2014),  Sharaf - An Animated Documentary regia Hanna Heilborn & David Aronowitsch (Svezia 2012), Xenos regia Mahdi Fleifel (Gran Bretagna/Danimarca/Grecia), Note On Multitude  regia Ibro Hasanovic (Bosnia-Erzegovina 2015), Smoke una casa bruciata 16 anni fa, ne rimane ancora il fumo regia Gorana Jovanovi? (Serbia/Kosovo2015) e infine Muski Film / Real Man's Film regia Nebojša Slijep?evi? (Croazia2012). A seguire la proiezione dei cortometraggi italiani con Il Vento È Cambiato di Irvin Mucaj e Massimo Federico ( 2008, Italia), Giardini Di Luce di Lucia e Davide Pepe (2009, Italia), Lutto Di Civiltà di Pierluigi Ferrandini (Anno 2010, Italia), Child K di Roberto De Feo e Vito Palumbo (Anno 2014), Nuvola di Giulio Mastromauro (Anno 2015). Sabato 11 giugno alle ore 19.00 e alle ore 21.30, sempre presso Slowcinema, è in programma la seconda parte del programma internazionale con la proiezione di Ballkoni regia Lendita Zeqiraj (Kosovo, 2013), the chicken regia Una Gunjak (Germania/Croazia, 2014), City Of Cranes regia Eva Weber (Gran Bretagna 2006), Rabbitland?regia Nikola Majdak, Ana Nedeljkovi? (Serbia, 2013), Incident By A Bank regia Ruben Östlund (Svezia 2009), 200 000 Phantoms ?regia Jean-Gabriel Perriot (Francia, 2007), Our Bride regia Nita Deda, Yll Qitaku (Kosovo, 2011) e a seguire la stessa selezione italiana del giorno precedente.
Il programma:

h. 17.00 – caffè Cavour
CINEMA,SGUARDI DALLA PUGLIA AI BALCANI
intervengono all’incontro
Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio - Regione Puglia
Niki Maffei, Assessore al Turismo e alla Cultura - Comune di Ostuni
Veton Nurkollari, Direttore Artistico DokuFest (partner del progetto Corners)
Maurizio Sciarra, Presidente Apulia Film Commission
Cristina Piscitelli, Ufficio Progettazione e gestione progetti - Apulia Film Commission
modera Simonetta Dello Monaco


h. 19.00 e 21.30 - Slowcinema
Proiezione - Program 1
CORTI INTERNAZIONALI

SHIPWRECK ?
Netherlands, 2014, 15', documentario
regia, fotografia e montaggio:Morgan Knibbe
musica: Carlos dalla-Fiore
produttore:Jos de Putter
prodotto da:Deepfocus

Il 3 ottobre 2013 una barca con 500 rifugiati Eritrei è affondata al largo delle coste dell’isola Italiana di Lampedusa. Più di 360 persone sono annegate. Abraham, uno dei sopravvissuti, cammina attraverso un cimitero di relitti e ricorda vividamente l’esperienza da incubo. Nel frattempo, al porto, centinaia di bare vengono caricate in una nave militare.


SHARAF - AN ANIMATED DOCUMENTARY 
Sweden, 2012, 14', documentario animato
regia di: Hanna Heilborn & David Aronowitsch 
art Direction e disegno dei personaggi: Mats Johansson/Acne Jr.
capo animazione: Nicolas Maurice
modelli 3D: Jonas Kärn, Nicolas Maurice
animazione: Astrid Krejberg, Bert Zierfuß, Thomas Oger
produzione: Story AB

Sharaf, 17, è uno delle migliaia di giovani che sono fuggiti in barche innavigabili attraverso l’Oceano ed arrivati a Gran Canaria negli ultimi anni. Sharaf è stato fortunato, è sopravvissuto. Migliaia sono morti nell’Oceano Atlantico e nel Mediterraneo provando ad arrivare in Europa. “Sharaf” è stato completato durante la primavera del 2012. è la terza ed ultima parte di una trilogia di documentari animati di David Aronowitsch e Hanna Heilborn sui bambini e giovani in situazioni vulnerabili.

XENOS
UK/Denmark/Greece, 2013, 12’
regia e fotografia: Mahdi Fleifel
montaggio: Michael Aaglund
produttore: Patrick Campbell

Xenos (dal greco: ξ?νος, xénos): straniero, nemico, alieno. Nel 2010 Abu Eyad e altri giovani uomini Palestinesi hanno viaggiato con dei trafficanti dal campo per rifugiati di Ain el-Helweh in Libano attraverso la Siria, la Turchia fino in Grecia. Come tantissimi altri migranti, sono arrivati alla ricerca di una strada in Europa ma si sono ritrovati intrappolati in una nazione che attraversava il collasso economico, politico e sociale. 


NOTE ON MULTITUDE 
Bosnia & Herzegovina,  2015, 8’, documentario sperimentale
regia e fotografia: Ibro Hasanovic
produttore: Neptune Barbu Films

Il saluto che va dall’emozionale al violento, terminando in sfinimento. Uomini, donne e bambini si dicono addio e provano a salire a bordo di autobus che li porterà in un incerto futuro da migranti.


SMOKE 
Shtëpia është djegur para gjashtëmbëdhjetë vjetëve, por ende i duket tymi.
Una casa bruciata 16 anni fa, ne rimane ancora il fumo.
Serbia/Kosovo, 2015, Color, 10’
regia: Gorana Jovanovi?
produttore: DokuFest, Iris Elezi, Thomas Logoreci
fotografia: Stefan Djordjevi?, Filip Orlandi?
suono: Vukan Vujovi?
montaggio: Gorana Jovanovi?

Gorana Jovanovi? ha studiato regia cinematografica all’Accademia di Belle Arti di Belgrado prima di trasferirsi a Londra per iscriversi al corso di produzione cinematografica e Tv dell’Università di Westminster, nel quale si è laureata nel 2013. Vive e lavora a Belgrado.


MUSKI FILM / REAL MAN'S FILM 
Croatia, 2012, 12’, documentario
regia, fotografia e montaggio:Nebojša Slijep?evi?
produttore: Vanja Jambrovi?

Da qualche parte. Tra le due guerre…
La situazione sul campo è seria: ci sono coltelli e pistole in tutte le mani. La concentrazione di armi è arrivata ad un punto critico. Anche il più piccolo incidente sarebbe disastroso per questa pace fragile! Anche solo un dito nervoso sul grilletto potrebbe dare il via a un caso inarrestabile.


11 GIUGNO 2016

h. 19.00 e 21.30 - Slowcinema
Proiezione - Program 2
CORTI INTERNAZIONALI


BALLKONI 
Kosovo, 2013, 20’, fiction
regia: Lendita Zeqiraj
fotografia: Armel Hostiou
produttore: Bujar Kabashi

Jeton, un bambino di 10 anni, sta seduto sul bordo di un balcone del quarto piano. I vicini e i passanti, spaventati dalla situazione, chiamano la polizia e i vigili del fuoco per chiedere aiuto. Ma la situazione immediatamente diventa ingestibile.


THE CHICKEN
Germany/Croatia, 2014, 15’, fiction
regia: Una Gunjak
fotografia: Matthias Pilz
montaggio: Anja Siemens
produttore: Jelena Goldbach

Come regalo per il suo sesto compleanno Selma ha un pollo vivo. Quando capisce che l’animale sarà ucciso per sfamare la famiglia, decide di salvarlo e liberarlo, ignara della posta alta a cui porterà quest’azione. Mentre prova a riportare il pollo mancante, la mamma di Selma diventa il bersaglio del fuoco di un cecchino. È Sarajevo, anno 1993.


CITY OF CRANES 
UK, 2006, 14’, documentario
regia: Eva Weber
fotografia: Marcus Waterloo, Paul Barton, Suzie Lavelle, Per Tingleff
montaggio: Emiliano Battista, Ariadna Fatjo-Vilas
produttore: Samantha Zarzosa

In un viaggio lassù, guardiamo il mondo attraverso gli occhi di gruisti. Qual è l’impatto psicologico su queste persone, tolte dal mondo che stanno costruendo? Un approfondimento ipnotizzante in un mondo inosservato dai più, ma fondamentale per noi. Una celebrazione visuale e poetica della vita, il film cattura lo spirito umano in condizioni estreme.

RABBITLAND?
Serbia, 2013, 7’, animazione
regia: Nikola Majdak, Ana Nedeljkovi?
fotografia: Nikola Majdak
montaggio: Srdjan Radmilovi?
produttore: Jelena Mitrovi?

I Conigli Senza Cervello vivono a Conigliolandia, un mondo perfetto, ordinato secondo gli esempi più affermati di zone di guerra, ghetti e bassifondi. Sono intensamente rosa, hanno buchi nelle loro teste invece che cervelli e sono felici a prescindere di ciò che gli succede. Sono il più alto stadio dell’evoluzione che si sia mai raggiunto. La loro vita di ogni giorno è completamente riempita. I Comigli passano le giornate a votare in elezioni libere e democratiche, che a Conigliolandia si tengono una volta al giorno, perché Conigliolandia è una democrazia ordinata. Ciò nonostante, si scopre che le elezioni sono organizzate dalle Ragazzine Cattive, sono per divertirsi e ridere.


INCIDENT BY A BANK ?
Sweden, 2009, 12’, fiction
regia: Ruben Östlund
fotografia: Marius Dybwad Brandrud
montaggio: Ruben Östlund
produttore: Marie Kjellson, Erik Hemmendorff

Un resoconto dettagliato e divertente in tempo reale di una rapina in banca fallita, un’osservazione di come la gente reagisce all’inaspettato. Girato in un’unica ripresa e con oltre 96 persone meticolosamente coreografate, il film ricrea un evento reale che avvenuta nel 2006.

200 000 PHANTOMS ?
France, 2007, 10’, documentario sperimentale
regia, fotografia e montaggio: Jean-Gabriel Perriot
produttori: Guillaume Desmartin, Frederic Dubreil, Yves Le Yaouang

Nel 1914 la Genbaku Dome di Hiroshima era un affascinante centro di elegante vita cittadina in Giappone. Il 6 agosto 1945 la bomba atomica chiamata Little Boy esplose a 150 metri dall’edificio, uccidendo 78.000 persone e radendo al suolo la città in un solo secondo. Ma questa cupola è miracolosamente sopravvissuta e nel 2006 rimane come un silenzioso ricordo degli orrori della forza nucleare. In questo corto sperimentale, la storia del ventesimo secolo vola oltre, illustrata da 600 fotografie della Genbaku Dome.

OUR BRIDE
Kosovo, 2011, 3.27’, documentario
regia: Nita Deda, Yll Qitaku
fotografia: Yll Qitaku
montaggio: Yll Qitaku
produttore: Nita Deda

La comunità Torbesh del Kosovo che vive a Liubigne, un villaggio ai piedi delle montagne Sharri, molto vicino a Prizren, conserva una tradizione di vestire e truccare le spose nel giorno del matrimonio, fatta per allontanare il maligno e scoraggiare pettegolezzi e congetture.



10-11 GIUGNO 2016
Slowcinema
a seguireCORTI ITALIANI

IL VENTO È CAMBIATO
Di Irvin Mucaj e Massimo Federico
Anno 2008, R.T. 16

Un uomo anziano e la perdita di sua moglie. Il suo mondo è cambiato e il vento ha preso un’altra direzione. La routine quotidiana affrontata in solitudine, la riluttanza verso le relazioni esterne e quelle famigliari. La sua vita cristallizzata nel presente, rivista attraverso vecchi 8 mm senza riuscire a immaginare il futuro.

GIARDINI DI LUCE
Di Lucia e Davide Pepe
Anno 2009, R.T. 12’

Short doc sperimentale ispirato alla festa dedicata a San Trifone, patrono di Adelfia, città in provincia di Bari. Attorno all’immagine del patrono, esposta in trionfo tra luminarie scintillanti, il paese festeggia con fuochi artificiali e mongolfiere liberate in cielo, in un succedersi di luci e musiche.

LUTTO DI CIVILTÀ
Di Pierluigi Ferrandini
Anno 2010, R.T. 15’

Italia 1921. Gli ultimi momenti del parlamentare socialista Giuseppe Di Vagno. Un ritratto della prima illustre vittima del nuovo movimento politico, il Fascismo, che si andava affermando attraverso l’uso della violenza e della sopraffazione in tutti gli strati sociali del Paese.

CHILD K
Di Roberto De Feo e Vito Palumbo
Anno 2014, R.T. 23’

Sassonia, 1937. Tratto da una storia vera.In una casa sperduta tra le colline tedesche vivono Richard e Lina Kretschmar, una giovane coppia di contadini. Il loro unico desiderio è avere presto un primogenito ma i loro sogni vanno in frantumi. Tutto sembra rasserenarsi ma una notte, l’uomo decide di scrivere una sofferta, tragica lettera che, a sua insaputa, cambierà il futuro dell’umanità.

NUVOLA
Di Giulio Mastromauro
Anno 2015, R.T. 16’

Filippo è un insegnante in pensione segnato dal dolore per la perdita di sua moglie. L'uomo è deciso a togliersi la vita, ma qualcuno bussa alla sua porta. Una bambina cambia le sue decisioni.

Informazioni slowcinemaostuni@gmail.com
 
Altri articoli di "Cinema"
Cinema
15/11/2017
Lo ha annunciato oggi la produttrice Patrizia Fersurella nel corso di ‘CinePalium ...
Cinema
01/09/2017
Il 4, 6, 7 e 8 settembre al via l'iniziativa di Apulia Film ...
Cinema
27/04/2017
  Il film, per la regia di Davide Barletti e ...
Cinema
22/01/2017
Il leader dei Negramaro ritirerà il ...
Sabato 19 agosto a Lecce, in piazza Libertini. “Best of Soul”, l'imperdibile tour di Mario Biondi, fa ...