Xylella, contro lo stop alle eradicazioni scende in campo la Grecia

sabato 23 aprile 2016

Lo stato ellenico si opporrà al ricorso degli agricoltori salentini che si erano rivolti al Tar.

Ci sarà anche la Grecia nel giudizio che potrebbe portare all’eradicazione degli ulivi salentini colpiti da xylella. La data dell’udienza, contro la quale hanno presentato ricorso gli olivicoltori di Brindisi, è fissata per il prossimo 4 maggio: sarà la Corte di Giustizia Europea a pronunciarsi sulla legittimità della Decisione di esecuzione Ue del maggio 2015 che stabilisce l’abbattimento degli ulivi attaccati dall’agente patogeno e anche di quelli non infetti nel raggio di cento metri.

I giudici europei hanno ricevuto il fascicolo dal Tar Lazio, a cui si erano rivolti a 41 agricoltori di Torchiarolo e tre di Oria per impedire il taglio delle piante.

Contro gli agricoltori è scesa quindi in campo la Grecia preoccupata dalla diffusione del contagio anche oltre lo stretto d’Otranto. La Regione Puglia ha deciso di non costituirsi affatto.

La decisione di abbreviare i tempi è arrivata dal presidente della Corte di giustizia dell’Ue, “visto il presumibile rischio di danni irreversibili all’ecosistema e all’agricoltura del territorio pugliese che un prolungamento eccessivo della sospensione del giudizio potrebbe produrre”.

TAG: xylella, grecia
Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
14/12/2018
Sequestro e indagini della Capitaneria per accertare che la ...
Ambiente
21/11/2018
Gli ingegneri nominati dal gip hanno concluso che il gasdotto e la rete gas Snam alla ...
Ambiente
16/11/2018
L'operazione disposta dalla Procura di Lecce nell'ambito ...
Ambiente
02/11/2018
Attività di contrasto al fenomeno dell’abbandono incontrollato dei rifiuti: ...
Lunedì 5 novembre prima assoluta: Vessicchio dirige "I solisti del sesto armonico". La stagione ...