EuroCup, Gran Canaria passeggia al PalaPentassuglia: Brindisi battuta 71-88

giovedì 3 dicembre 2015
Inutile, la squadra spagnola è nettamente superiore ai brindisini.

Ieri sera, è sembrato di vedere una sorta di Barcellona-Sassuolo, tanto per usare un paragone calcistico. L’Enel, seppur incerottata, ci mette il cuore, ma, come ha ammesso lo stesso Bucchi nel dopopartita, la squadra si è soltanto allenata, evitando di spremere sempre i medesimi giocatori, sperimentando nuovi schemi.
Brindisi, orfana di Reynold, Scott e Cardillo, schiera dal primo minuto Nemanja Milosevic, test decisivo in tema di fiducia, e porta in panchina i giovani Pacifico e De Gennaro(debutto per lui). La differenza tra le due squadra la si percepisce anche prima dell’inizio del match. Il roster spagnolo è fisicamente superiore a quello brindisino, con ben 7 giocatori oltre i 2 metri di altezza. Infatti, dopo appena 4 minuti di gioco, l’Enel è già sotto di 10 punti. I biancazzurri sembrano distratti e timorosi nell’affrontare l’unica squadra capace, fino a questo punto della stagione, di oscurare la Stella del Sud. Come a Las Palmas, anche a Brindisi l’Enel fatica a trovare le contromisure per limitare i danni. A 13 secondi dalla fine del primo quarto, coach Bucchi fa debuttare in Europa il 18enne De Gennaro. Il primo parziale termina 12-25.
Il secondo quarto inizia così come era finito quello precedente, con Gran Canaria a tutto campo ed Enel allo sbando. Brindisi ci mette anche del suo, però, sbagliando tanto e Gran Canaria non può far altro che centrare il canestro.Non bastano i 6 punti di Milosevic ed una tripla di De Gennaro a far rifiatare la squadra. Nell’Enel mancano i punti di Banks e Kadji e si vede. Gli spagnoli continuano ad allungare nel punteggio, allargando le maglie biancazzurre. Prima di vedere i primi punti di Banks dobbiamo aspettare l’8’ del secondo quarto. Così, si va negli spogliatoi sul risultato di 33-46.
La ripresa è firmata ancora Herbalife, ma Brindisi non molla e si porta fino al -9. E’ solo un piccolo sussultato, però, che gli spagnoli spengono sul nascere. Infatti, Gran Canaria si porta sul +22, sotto i canestri degli straripanti Salin e Omic (15 punti cadauno, fino ad ora). Tra le fine biancazzurre, invece, si mettono in evidenza Harris ed il giovanissimo De Gennaro. Si torna in panchina con Brindisi ancora sotto per 54-68.
Nell’ultimo quarto, la gara dice ben poco di nuovo. Entrambe le squadre sembrano già come andrà a finire, utilizzando l’incontro come mero allenamento. Las Palmas continua ad aggiornare il tabellone, fino ad arrivare al massimo vantaggio di 29 punti. Marzaioli ed Harris (20 punti finali) provano ad accorciare le distanza, ma gli spagnoli non dissipano il vantaggio, amministrando bene il match. L’ottava giornata di EuroCup vede vincere ancora Herbalife Gran Canaria Las Palmas sull’Enel Basket Brindisi per 71-88.
Una partita che ha visto solo ben figurare i giovani De Gennaro e Marzaioli, oltre ad ottimo Harris. Milosevic ancora non convince. La partita di domenica, l’Enel la giocherà ancora senza Reynolds, il quale sarà a Roma per una visita medica. Scott, invece, si è allenato, ma senza giocare a pallacanestro e senza contatto. Nulla di grave per Cardillo, alle prese con una contrattura, ma che certamente si allenerà venerdì.
Nel post-gara, gli spagnoli si presentano in conferenza stampa con il loro vice Gonzales, dato che il coach Aito Garcia Reneses dovrà essere operato per alcuni calcoli renali. “Abbiamo difeso bene e giocato una partita di buon ritmo – esordisce Gonzales – Vedremo partita dopo partita dove potrà arrivare la squadra”. Gli fa eco una dei migliori in campo, Salin: “Partita difficile ma abbiamo tenuto duro. La coppa? La competizione è lunga, ma vogliamo vincerla”.
Poi, è il turno del migliore per Brindisi, vale a dire Alex Harris: “Partita difficile – dice il giocatore – Gran Canaria è una squadra molto forte. Però, mi sarebbe piaciuto giocare questa partita con la squadra al completo. Ora, dobbiamo impegnarci per la prossima gara. I tifosi? Applaudirci alla fine è stato un gesto speciale, ci siamo accorti del loro supporto”. Dello stesso pensiero dell’americano è coach Bucchi: “Partita non facile – afferma – una delle poche gare in cui non mi sono tolto la giacca, è tutto dire. Abbiamo dosato le energie, perché è inutile spremere sempre gli stessi giocatori. Ci siamo allenati per domenica. Dobbiamo cercare di recuperare gli infortunati in vista della trasferta di Capo d’Orlando. Mercato? Nessuna novità concreta”.
Tommaso Lamarina
 
Altri articoli di "Brindisi"
Brindisi
20/01/2021
BRINDISI - È stato approvato il progetto di ...
Brindisi
20/01/2021
Ieri, 19 gennaio, si sono incontrati i sindaci della ...
Brindisi
18/01/2021
Per ragioni di interesse pubblico a favore dei minori e a ...
Brindisi
16/01/2021
Il Comune di Brindisi, come deliberato oggi 15 gennaio, parteciperà come capofila, ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...