Escrementi di topo nella scuola di Bozzano, il dirigente: «Lezioni sospese fino a sabato per la derattizzazione»

mercoledì 18 novembre 2015
Gli alunni della scuola dell'infanzia stavano per recarsi nella sala mensa della scuola dell'istituto comprensivo di Bozzano, a Brindisi, quando le maestre hanno notato qualcosa che non andava, sia nel refettorio che in alcune aule nei dintorni: quelli sul pavimento erano proprio escrementi di topo.

L'allarme è scattato dopo che alcune maestre hanno avvistato la presenza delle feci nelle stanze che ospitano la mensa e in alcune delle aule nei pressi del refettorio: dopo una verifica che ha certificato la natura del problema, immediata è partita la segnalazione al dirigente scolastico, Girolamo D'Errico.

«Il primo dei provvedimenti che ho adottato – racconta il preside – è stato quello di trasferire i bambini al primo piano, lontano dai luoghi nei quali sono stati trovati gli escrementi. Il tutto è avvenuto in maniera regolare e tranquilla, nonostante la proverbiale vivacità dei bambini, anche grazie al prezioso contribuito di tutti i miei collaboratori. Lì, pur non essendo nella sala mensa, gli alunni hanno consumato il loro pasto come sempre. Nel frattempo ho informato tutte le famiglie, tramite i rappresentanti dei genitori, che potevano venire a ritirare i bambini in qualsiasi momento, dopo pranzo, per motivi igienico-sanitari».

Le mosse adottate dal dirigente hanno avuto come obiettivo primario la tutela e la salvaguardia degli studenti e, conseguentemente, sono state mirate a evitare un panico comprensibile ma incontrollato che avrebbe portato solo a peggiorare la situazione. D'Errico, una volta assicuratosi che bambini e ragazzi fossero al sicuro, si è rivolto al Comune di Brindisi per la risoluzione definitiva del problema.

«Ho allertato gli uffici comunali, chiamando Palazzo di Città due volte per una maggiore incisività, per richiedere l'intervento degli addetti alla derattizzazione. In contemporanea, ho disposto la chiusura dell'istituto e la sospensione delle lezioni per domani». Le decisioni da prendere, però, non si sono concluse con la concordata operazione anti-topo.

«Ho atteso questo pomeriggio per avere la certezza dei tempi d'intervento della derattizzazione: una volta avuta la comunicazione da parte del Comune che la squadra di operai sarà al lavoro già da domani mattina, ho deciso di prolungare la chiusura della scuola fino a sabato compreso. Questa disposizione sarà ratificata giovedì mattina con un provvedimento ufficiale e si è resa necessaria per questioni tecniche: giovedì, gli operai saranno a lavoro; venerdì i prodotti usati nella derattizzazione avranno il tempo di reagire e di fare il proprio dovere; sabato, i miei collaboratori puliranno a fondo tutti i locali dell'istituto e aereranno gli ambienti prima del ritorno degli alunni tra i banchi che avverrà in tutta sicurezza lunedì mattina. Mi assicurerò personalmente che l'opera di disinfestazione sia compiuta a dovere sia dentro che fuori lo stabile: solo allora i bambini torneranno in aula».

Il ritrovamento di feci di topo in una scuola fa sicuramente impressione, pensando alle centinaia di bambini che ogni giorno frequentano per diverse ore quei locali: il preside D'Errico, però, sottolinea che le azioni intraprese in questa emergenza sono state tutte dettate dall'esigenza prioritaria di salvaguardare gli alunni e di tenerli al riparo da ogni pericolo di contatto con gli escrementi.

«Ho agito perseguendo un unico scopo: la sicurezza dei bambini. Se fosse stato necessario adottare altri tipi di iniziative, lo avrei fatto senza dubbio ma credo che la situazione sia stata gestita nel migliore dei modi, salvaguardando gli alunni ed evitando inutili e dannosi allarmismi». 

Foto di repertorio
Altri articoli di "Scuola"
Scuola
22/01/2021
PUGLIA - Da lunedì le secondarie di secondo grado ...
Scuola
17/01/2021
PUGLIA - Continuano le polemiche sul prolungamento della ...
Scuola
12/01/2021
Si è conclusa la quarta giornata di screening anti ...
Scuola
09/01/2021
“Come ho già detto, sostengo l’immediata ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...