Riorganizzazione dei centri per l'impiego: in provincia ne rimangono tre

sabato 10 ottobre 2015
L'iter burocratico per la riorganizzazione territoriale dei centri per l’impiego della provincia di Brindisi è giunto al termine.

«Tale inevitabile provvedimento – scrivono dalla Provincia - pur rivestendo carattere straordinario ed eccezionale, si è reso necessario al fine di conciliare la consistente carenza di organico, recentemente aggravata dal pensionamento di 13 unità lavorative dall'1 novembre 2015, con le legittime aspettative dell’utenza all'erogazione dei servizi pubblici di propria competenza, in attesa della completa definizione dell’assetto delle competenze delineato dalla riforma delle autonomie».

In tal modo, a partire dal 2 novembre, la nuova articolazione territoriale dei centri per l’impiego della provincia di Brindisi, comportando l’accorpamento temporaneo del centro per l’impiego di Mesagne e la conseguente distribuzione del proprio bacino di competenza sulla base delle distanze chilometriche e sull’esistenza di idonei mezzi di trasporto pubblico locale, sarà la seguente:

centro per l’impiego di Brindisi, in via Cappuccini 111, comprendente i bacini di utenza dei comuni di Mesagne e San Pancrazio Salentino, oltre che agli ambiti già di propria competenza dei bomuni di Brindisi, Cellino San Marco, San Donaci, San Pietro Vernotico e Torchiarolo;

centro per l’impiego di Ostuni, sulla strada statale 16, presso seminario arcivescovile, comprendente i bacini d’utenza dei comuni di San Vito dei Normanni, oltre che agli ambiti già di propria competenza dei comuni di Ostuni, Fasano, Carovigno e Cisternino;

centro per l’impiego di Francavilla Fontana, in piazza Marconi 1, comprendente i bacini d’utenza dei Comuni di Erchie, Torre Santa Susanna e Latiano, oltre che agli ambiti già di propria competenza dei comuni di Francavilla Fontana, Ceglie Messapica, Villa Castelli, Oria e San Michele Salentino.
Per i tre bacini di utenza, l’orario di apertura al pubblico sarà dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12, oltre che al pomeriggio del martedì, dalle 15.30 alle 17.30.
«Per limitare il possibile disagio dell’utenza, la nuova riorganizzazione si preoccupa di garantire - mediante uno sportello polifunzionale ubicato presso l’attuale sede del centro per l’impiego di Mesagne - servizi di prima accoglienza per l’intera giornata del martedì (dalle 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 17.30) e del giovedì pomeriggio (dalle 15.30 alle 17.30) limitatamente ai soli cittadini di Mesagne». 
Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
14/10/2020
Il taglio di voli operato da Alitalia ed altre compagnie da ...
Economia e lavoro
12/10/2020
SALENTO – Ciclicamente torna il tema della ...
Economia e lavoro
10/10/2020
L'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico ...
Economia e lavoro
01/10/2020
Le imprese avranno la possibilità di validare e ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...