Discarica di Autigno, due giorni di sciopero per i lavoratori della Nubile. Oggi decisione sulla rescissione del contratto

mercoledì 30 settembre 2015

Oggi a Palazzo Nervegna si riunisce l’Oga per la rescissione del contratto con la Nubile srl. Il 1° e 2 ottobre sciopero dei lavoratori

Domani, giovedì 1 ottobre e dopodomani, venerdì 2 ottobre, i lavoratori della ditta Nubile Srl, impegnati nell’impianto di Cdr e della discarica di Autigno, saranno in sciopero. Lo annuncia, in una nota a firma di Roberto Aprile, il Sindacato Cobas. Il tutto – si legge – “per il mancato pagamento degli stipendi e la garanzia dei livelli occupazionali”.

“I lavoratori – prosegue Aprile – hanno, inoltre, avanzato nelle settimane scorse al Comune di Brindisi, a norma di legge, la possibilità di essere pagati direttamente dall’Ente, cosa che ancora non è avvenuta.
Questo necessario sciopero si cala in una situazione ancora più difficile vista la decisione di tutti i Sindaci della Provincia di Brindisi di chiudere il contratto con Nubile e di passare ad altra ditta la gestione degli impianti.
Stamattina – si legge ancora nella nota - alle ore 12,00, si riunisce l’Oga per ratificare la rescissione del contratto con la ditta Nubile e ad indicare il nuovo percorso. Il Sindacato Cobas sarà ancora una volta sotto Palazzo Nervegna a sostegno ai lavoratori della ditta Nubile, i quali, nonostante le minacce, effettueranno lo sciopero per due giorni. Un pensiero particolare lo abbiamo espresso ai sindaci dell’Oga per il rientro dei 4 lavoratori lasciati a casa per ritorsione. I Sindaci, oltre alla solidarietà per il loro rientro, ci hanno confermato che nel costo del lavoro previsto dall’appalto rientrava anche quello per i 4 lavoratori. Denunciamo ancora più forte il fatto che la ditta Nubile, dopo aver lasciato a casa i 4 lavoratori, ha fatto fare agli altri 12 ore al giorno, vale a dire il doppio dell’orario normale. Non ci era mai capitato di vedere tanta cattiveria!!!”. Oggi, davanti a Palazzo Nervegna per la riunione dell’Oga – conclude Aprile - domani mattina ai cancelli dell’impianto di Cdr per lo sciopero, per girare pagina di questa indegna storia”.

 

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
14/10/2020
Il taglio di voli operato da Alitalia ed altre compagnie da ...
Economia e lavoro
12/10/2020
SALENTO – Ciclicamente torna il tema della ...
Economia e lavoro
10/10/2020
L'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico ...
Economia e lavoro
01/10/2020
Le imprese avranno la possibilità di validare e ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...