Polo museale, l'assessore Ingusci: «Finanziamenti salvi grazie a una proroga, ora avanti veloce coi lavori»

martedì 18 agosto 2015
Il polo museale di Latiano, una sorta di chimera irraggiungibile finora per il paese, potrebbe vedere la luce fra pochi mesi.

Buone nuove per i musei latianesi. Sono finalmente partiti i lavori per concentrare tutte le realtà culturali del paese nel contenitore da tempo pensato ma mai realizzato. Il polo museale di Latiano, l'ex convento dei Domenicani, chiamato comunemente dai latianesi palazzo di cristallo,  fino a questo momento, è salito agli onori delle cronache per gli atti di vandalismo di cui è stato bersaglio: pochi mesi addietro, degli ignoti hanno perpetrato uno o più raid vandalici, il cui obiettivo, probabilmente, erano i cavi di rame degli impianti elettrici appena realizzati, all'interno dei locali, che hanno seriamente danneggiato i reperti dei musei che dovrebbero essere ospitati nello stabile.

L'opera era stata finanziata con i fondi Fers 2007-2013 ma i lavori non hanno mai visto la fine, col rischio che quanto di buono era stato fatto potesse andare perduto. Uno dei punti del programma elettorale della compagine guidata dal nuovo sindaco Mino Maiorano riguardava proprio il recupero dei finanziamenti intercettati dai precedenti amministratori relativi alla riqualificazione del polo museale e del prolungamento del vano ascensore di palazzo Imperiali. Il finanziamento relativo al polo museale fu avviato con la firma di un disciplinare nel maggio 2013 e prevedeva la valorizzazione del museo delle Arti e Tradizioni di Puglia e tutte le sue sezioni, Ceramica, museo del Vino, tessuto e abbigliamento, archivio della memoria, del museo del Sottosuolo, del museo della Storia della Farmacia, il loro trasferimento presso l’ex convento dei Domenicani e il restauro di alcune tele della quadreria Imperiali e di un affresco della saletta Imperiali, in via Attilio Spinelli. Il progetto doveva concentrare tutte queste realtà in un unico contenitore culturale, appositamente restaurato e concepito come centro culturale permanente.

«La precedente amministrazione – spiega l'assessore alla cultura Mariapaola Ingusci - avrebbe dovuto ultimare i lavori entro il 30 giugno del 2014 ma chiese ulteriori proroghe, che ottenne, fino alla scadenza ultima imposta dalla Regione al 30 giugno 2015. A quella data, purtroppo, i lavori non erano stati nemmeno avviati e la Regione stava per negare definitivamente i finanziamenti all’intera opera, per un importo pari  a 800mila euro che stavano per andare persi».

Senza i soldi regionali, il polo museale rischia di non vedere la luce e di restare abbandonato a se stesso, come finora è stato. «Di fronte a questa realtà – prosegue l'assessore - ci siamo immediatamente attivati per recuperare il finanziamento con vari incontri tenutisi a Bari con i funzionari regionali e con l’assessore regionale alla Cultura, Giovanni Liviano D'Arcangelo, ottenendo, alla fine, un’ultima inderogabile proroga al 30 novembre 2015 per la conclusione fisica e finanziaria di tutto l’intervento».

Un'occasione, insomma, che sa di ultima spiaggia per i musei latianesi. «È stato un percorso sofferto e accidentato per la ristrettezza  dei tempi a disposizione, per le difficoltà incontrate nel convincere la Regione a rinnovare la fiducia nei confronti del Comune di Latiano e perché ci rendiamo conto che adesso dovremo fare, in poco più di tre mesi, quello che non è stato fatto in due anni». La nota polemica dell'assessore nei confronti dei suoi predecessori si stempera annunciando il sospirato avvio dei lavori.

«Siamo contenti di questo importante risultato: il 10 agosto scorso c’è stato l’avvio dei lavori e siamo fiduciosi nel contributo di tutti i soggetti coinvolti, tecnici e politici, per la consegna ai cittadini di questo pezzo del loro patrimonio, che rientra in un concetto più generale di museo diffuso all’interno di un percorso di valorizzazione del centro storico, da piazza Bartolo Longo fino alla chiesa del Santissimo Rosario».
Altri articoli di "Cultura"
Cultura
09/10/2019
BRINDISI - Venerdì 11 ottobre - ore 18 - è ...
Cultura
09/10/2019
BRINDISI - Il cuore della città è diventato ...
Cultura
25/09/2019
Venerdì 27 settembre (ore 19) in programma una visita guidata al Palazzo ...
Cultura
11/09/2019
Al via un ciclo di presentazioni del catalogo della mostra ...
Regione Puglia è Comune di Brindisi quest’anno hanno unito le forze (soprattutti i soldi) per chiudere il ...