Maturità 2015: secondo il Miur, la Puglia è la regione più "studiosa" d'Italia

venerdì 31 luglio 2015
Il Miur ha reso pubblici i dati relativi alla maturità 2015: la Puglia è prima per numero di promossi e di lodi.

Puglia regione capitale degli studenti meritevoli. Secondo i dati forniti dal Miur, il ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, infatti, i ragazzi che frequentano gli istituti superiori pugliesi si sono distinti per merito sia negli esami di Stato, i cui lavori sono terminati da qualche settimana, sia nella percentuale degli ammessi agli anni successivi. In particolare, la Puglia si colloca al primo posto in Italia per numero di lodi agli esami di maturità, con 788 cento e lode riconosciuti dalle commissioni ad altrettanti studenti, seguita, con un distacco ragguardevole, dalla Campania, 455 lodi, dalla Sicilia, con 372 lodi, e dal Lazio, con 345 votazioni massime.

Puglia sugli scudi anche per la percentuale di promossi: la nostra regione guida questa classifica col 72% di studenti ammessi agli anni successivi, seguita da Umbria, seconda col 71,5%, Molise, buon terzo col 71,4% e Calabria, quarta col 70,8%. Il quadro generale restituito dalle statistiche 2015 del Miur presenta dei sensibili miglioramenti rispetto all'anno passato: sono aumentati i ragazzi che hanno conquistato il diploma con una votazione sopra il 70, con un leggero incremento delle lodi e una consistente diminuzione dei 60. Il totale dei candidati promossi è del 99,4%. Scendendo di grado, all'esame di terza media, è passato il 99,8% degli studenti impegnati mentre 1 ragazzo su 4, alle superiori, dovrà colmare a settembre una o più insufficienze.

Il 95,6% degli studenti che hanno frequentato l'ultimo anno di scuole superiori è stato ammesso agli esami di maturità, il 99,4% dei quali ha ottenuto la promozione, con un leggero incremento rispetto al 2014, il cui dato vedeva una percentuale di successo pari al 99,2%. I voti superiori al 70 passano dal 59,6% al 62,2%; saldo negativo, invece, per i 60, voto minimo per superare gli esami.

Tornando agli studenti più meritevoli, sono in leggero aumento i diplomati con lode: sono lo 0,9% del totale dei promossi, rispetto allo 0,8% dell'anno scorso. Anche i 100 sono in aumento: passano, infatti, dal 4,5% al 4,9%. Crescono le votazioni tra il 91 e il 99, che salgono dal 7,7% all'8,4%, e quelle tra l'81 e il 90, dal 18% al 18,9%. Salgono dal 28,6% al 29,1% anche i voti fra il 71 e l'80 e diminuiscono i voti più bassi: quelli compresi tra 61 e 70 scendono dal 30,8% al 29,3% e i 60 dal 9,6% all'8,4%. Le votazioni dei liceali sono mediamente più alte: l'1,5% ha conseguito la lode, il 6,9% il 100, il 10,7% ha preso tra 91 e 99, il 22,3% tra 81 e 90. Non solo licei, però: i dati sono in miglioramento anche negli istituti tecnici e professionali.

Più 100 e voti sopra il 70. Discorso opposto per le bocciature: alle superiori, dal 9,8% del 2014 si è passati al 9% di quest'anno. Gli studenti che dovranno ripetere l'anno si concentrano soprattutto tra quelli che hanno concluso il primo ma sono, comunque, in calo rispetto al 2014: i ragazzi che  sono stati fermati sono il 13,7% contro il 14,8% dello scorso anno. Negli istituti professionali, la percentuale di non promossi è del 15,2%, seguono gli istituti tecnici con l'11,5% e i licei con il 4,8%.

Quelli che una volta si chiamavano “rimandati a settembre” rimangono sostanzialmente stabili, attestandosi al 25% del totale, contro il 25,1% del 2014, concentrati maggiormente negli istituti tecnici, col 29,1%, seguiti dai professionali, col 27,6%, e dai licei, col 21,2%. Uno su quattro, quindi, passerà, o dovrebbe passare, l'estate sui libri a recuperare quanto non fatto durante l'anno, la regular season della scuola.

Puglia, dunque, primatista nell'istruzione: i dati del Miur fotografano una regione che ha crede nel futuro dei propri ragazzi, preparandoli al meglio per le sfide che dovranno affrontare tra qualche anno. Un futuro che, però, molto spesso, viene scritto nelle sue pagine migliori lontano dalla terra natia.
Altri articoli di "Scuola"
Scuola
17/01/2021
PUGLIA - Continuano le polemiche sul prolungamento della ...
Scuola
12/01/2021
Si è conclusa la quarta giornata di screening anti ...
Scuola
09/01/2021
“Come ho già detto, sostengo l’immediata ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...