GritCuzine: all'ExFadda di San Vito i risultati del progetto

giovedì 18 giugno 2015
Mettere in risalto i punti d’incontro delle culture gastronomiche italiane e greche: è questo l’obiettivo del progetto GritCuzine, che giunge a conclusione in questi giorni, dopo due anni di lavoro che hanno prodotto una pubblicazione, un video, un portale web e una serie di workshop.

Il progetto ha coinvolto visto la Provincia di Brindisi e le Unità Regionali di Achaia, Corfù, Ilia, l’Achaia Development Company of Local Authorities e la Cna di Brindisi.

I risultati delle varie iniziative saranno presentate mercoledì prossimo, 24 giugno, alle 20.30, presso l’Exfadda di San Vito dei Normanni. Parteciperanno il presidente dell’amministrazione provinciale Maurizio Bruno; il giornalista ed eno-gastronomo Pino De Luca (collaboratore de Il Quotidiano); il giornalista Fabio Mollica, autore della guida-itinerario che raccoglie le ricette e le recensioni di 15 ristoranti brindisini e altrettanti locali greci dell’Epiro, delle Isole dello Ionio e della Grecia Occidentale; Maura Cesaria, giornalista e fondatrice del magazine “I love Brindisi”; Ioannis Davilis, presidente della Comunità Ellenica di Brindisi, Lecce e Taranto; Paola Crescenzo, autrice del documentario “Il pranzo della domenica”, che sarà proiettato per la prima volta durante la serata.

GritCuzine, progetto finanziato dall’Unione Europea, evidenzia i tratti comuni fra il mondo italiano e quello greco, le ricette ed i prodotti locali come opportunità di dialogo e di scambio che insiste tanto sulle analogie quanto sulle differenze, che rappresentano l’opportunità di arricchire il nostro sapere gastronomico.

Un sapere che nell’era digitale si è tradotto anche in un portale web (gritcuzine.com): il mare in cui confluiscono i contributi dei partner coinvolti, con l’obiettivo di creare una piattaforma che garantisce una consultazione chiara, puntuale e curiosa del materiale raccolto, che culminerà nella produzione di un dizionario gastronomico. 

Il dizionario è il tentativo di organizzare alfabeticamente i punti di contatto e le distanze, creando un unico corpus gastronomico che racconti l’Italia e la Grecia.

Il dialogo transfrontaliero intrapreso con GrIt Cuzine è anche opportunità di crescita economica, insistendo sul valore aggiunto che la gastronomia locale rappresenta per le realtà produttive, essendo il prodotto tipico un agente di sicuro impatto turistico ed internazionale se declinato all’ambito delle esportazioni. 
 
Altri articoli di "Enogastronomia"
Enogastronomia
24/07/2018
Venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 luglio la prima ...
Enogastronomia
25/09/2017
La nuova edizione è stata curata da Marco Bolasco ...
Enogastronomia
17/08/2017
I prodotti "made in riserva" arrivano in ...
Enogastronomia
13/10/2016
Ottobre “al Vincotto” presso Eataly Bari: aziende salentine protagoniste con ...
Giovedì 10 maggio con Gianfranco Berardi, attore non vedente, e Gabriella Casolari. Al Teatro Comunale di ...