"Camënanne camënanne”, a Fasano i ragazzi fanno rivivere col dialetto la città che non c'è più

giovedì 14 maggio 2015
Domenica 17 maggio, dalle 19.45, nel centro storico di Fasano, sarà presentato lo spettacolo itinerante “Camënanne camënanne”, espressione in dialetto fasanese che sta per “camminando camminando”, proposto dagli alunni della scuola secondaria di primo grado “Bianco-Pascoli”, nell’ambito del progetto voluto dai docenti di riscoperta del dialetto locale. L’iniziativa vanta il patrocinio del Comune di Fasano.

Il programma prevede il primo step alle 19.45, con l’esibizione in piazza Ciaia della banda della “Bianco-Pascoli” e a seguire, contestualmente in altre postazioni del borgo antico, si susseguiranno diverse iniziative: declamazione di poesie in vernacolo nell’Arco del Balì, mentre in Largo Seggio su maxischermo saranno proiettate immagini su Fasano; in piazza San Giovanni Battista saranno messi in coreografia i balli popolari, grazie all’associazione Impronte di Puglia, mentre per tutto il tempo della manifestazione in piazza Mercato vecchio ci sarà spazio per le degustazioni di piatti tipici fasanesi, preparati dagli studenti del locale istituto alberghiero, e per una visita nella “Casa Museo alla Fasanese”.

Altra location, la chiesa Madonna delle Grazie, dove sarà data “voce” ai personaggi illustri di Fasano che hanno caratterizzato culturalmente, socialmente ed economicamente gli anni passati del territorio. Infine, sotto i portici delle Teresiane saranno raccontati aneddoti, farse e proverbi fasanesi, mentre, contestualmente, chi volesse potrebbe visitare il museo di oggetti antichi messo a punto dall'Università del tempo libero.

«Quando la scuola ci ha proposto l’idea di sostenere lo spettacolo abbiamo espresso il nostro più entusiastico sì – afferma Laura De Mola, assessore alle Politiche giovanili - la passione e la perizia con le quali i docenti della “Bianco-Pascoli” si sono presentati, ancora una volta impegnati in progetti innovativi, ci ha contagiati. È importante che i nostri ragazzi scoprano il dialetto originario fasanese, ché altrimenti andrebbe disperso come patrimonio culturale della nostra terra. Lo spettacolo che vedremo, peraltro, frutto della conclusione del progetto – sottolinea l’assessore De Mola – è molto ben congegnato e si pone anche l’obiettivo di far rivivere e riscoprire il nostro bel centro storico». L'appuntamento, dunque, è per domenica 17 maggio, dalle 19.45, nel centro storico di Fasano.
Altri articoli di "Cultura"
Cultura
11/09/2019
Al via un ciclo di presentazioni del catalogo della mostra ...
Cultura
06/09/2019
a cura di Titty Battista Due maestri che hanno fatto ...
Cultura
05/09/2019
 Ieri, nell’intervista al dottor Renato Cutrera, ...
Cultura
04/09/2019
Le infezioni respiratorie ricorrenti in età ...
Regione Puglia è Comune di Brindisi quest’anno hanno unito le forze (soprattutti i soldi) per chiudere il ...