Xylella, il commissario Silletti: «Le eradicazioni inizieranno quanto prima»

lunedì 30 marzo 2015
«Le eradicazioni inizieranno quanto prima». Parola di Giuseppe Silletti, commissario per l'emergenza Xylella.

Solo venerdì scorso, il Tar di Lecce ha accolto il ricorso di  due avvocati e proprietari di terreni a Oria, i fratelli Giovanni e Guido Pesce, che si opponevano al drastico provvedimento previsto per contrastare l'avanzata del batterio killer, rimandando la discussione al 9 aprile prossimo. Silletti, a margine dell'incontro che si è svolto stamani a Bari per discutere le modalità operative per fermare l'avanzata del contagio ha spiegato, invece, che difficilmente le cose potranno andare in maniera diversa.

«L'Unione Europea - ha proseguito Silletti - è fortemente convinta della necessità di eradicare e certamente emanerà ulteriori provvedimenti ancora più restrittivi di quelli predisposti dal commissario». Per tranquillizzare la fronda, sempre più nutrita, di quelli maggiormente avversi a una misura che potrebbe apparire drastica anche oltre ogni ragionevole dubbio, Silletti ha cercato di stemperare la tensione, adducendo numeri che dovrebbero, non si sa fino a che punto, calmare i più preoccupati.

«Dal 2014 - ha spiegato - sono state estirpate per volontà dei cittadini circa 18mila piante. Noi a queste cifre non arriveremo mai, ne sono convinto». Tornando ai ricorsi al Tar, è stata prospettata la possibilità di rispondere agli stessi. Nei giorni scorsi il Tar di Lecce, accogliendo i ricorsi dei due avvocati oritani ha fermato con decreto le eradicazioni delle piante, circa un centinaio, di loro proprietà. Sono gli ulivi marchiati con una x rossa dal personale della forestale che li ha riconosciuti come contagiati.

Il Tar tornerà a valutare il piano Silletti e gli atti correlati il 9 prossimo aprile, per esprimersi poi con un eventuale provvedimento cautelare.
Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
11/02/2020
?BRINDISI - Si è svolto nella mi attinata odierna, ...
Ambiente
10/02/2020
BRINDISI - Gli ambientalisti tirano le somme del dibattito sul futuro ambientale della ...
Ambiente
30/01/2020
 *Rifiuti, Amati: “Lo dice pure la DIA. Il no ...
Ambiente
29/01/2020
 Giunge in Conferenza Stato-Regioni l’attesa ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...