Giovani artisti crescono: chiude in bellezza il “Creative Camp” di Lecce2019

domenica 14 settembre 2014
Chiude il Creative Camp di Lecce 2019: per una settimana ha visto protagonisti 24 ragazzi salentini impegnati in workshop con artisti internazionali.

Tanta energia e tanta creatività in gioco nel Creative Camp di Lecce2019 (Qui lo spot del Camp), che ha chiuso i lavori ieri nell'Ex Fadda di San Vito dei Normanni. Con un evento conclusivo, ieri sera sono stati presentati i lavori e le attività svolte in una settimana con i 24 ragazzi, dai 14 ai 18 anni, provenienti da tutto il Salento. Accompagnati da artisti internazionali, i giovani creativi si sono cimentati nelle varie forme artistiche, dalla danza alle arti grafiche, passando per il cinema e la progettazione urbanistica, producendo al termine alcuni lavori incentrati sul concetto di “reinventare Eutopia”.

Promosso da Lecce 2019 e sostenuto dal Teatro Pubblico Pugliese, il 180 Creative Camp è si è svolto sotto la direzione artistica di Canal 180, un canale portoghese interamente dedicato all’arte e alla creatività. Tanti gli artisti di calibro, locali e internazionali, che hanno prestato la propria esperienza ai ragazzi, proponendo workshop intensivi. Tra questi, la coreografa e danzatrice Barbara Toma, la compagnia teatrale Factory, il collettivo Principio Attivo Teatro, Vincenzo Gagliani e i docenti della World Music Academy, Alessandra Guttagliere, il regista Mattia Epifani il muralista spagnolo Ivan Bravo, il light designer portoghese Luis Sosa, e  l'illustrator/designer Jonathan Calugi, con alle spalle lavori per Google ed Apple.

I ragazzi, in residenza in un ostello improvvisato al'interno della Ex Fadda, fabbrica ristrutturata e diventata centro culturale, si sono confrontati per sette intensissimi giorni, facendo dell'arte il loro pane quotidiano. “Un'esperienza incredibile” hanno raccontato i partecipanti, alla presenza del direttore artistico di Lecce2019, Airan Berg, “peccato solo che sia finita”. “Se la scuola fosse altrettanto stimolante...”, commenta amaramente un altro ragazzo.

Ad accogliere chi entra nel grande e colorato spazio dell'Ex Fadda, i lavori dei ragazzi, tra cui un grande murales che raccoglie le utopie e le distopie del contemporaneo, una “mappa utopica”, con i disegni e le narrazioni degli spazi rinnovati, e la mostra fotografica di Miguel Oliveira, che racconta per immagini l'esperienza del camp. Tra le opere realizzate, oltre a vari filmati e short video, anche un nuovo font, del tutto innovativo, da scaricare gratuitamente sulla pagina ufficiale dell'evento.

A questi indirizzi le foto ed il racconto per immagini del Creative Camp.

http://creativecamp.canal180.pt/
http://www.lecce2019.it/
http://www.exfadda.it/

(Video di Salentowebtv)

Altri articoli di "Arte e archeologia"
Arte e archeologi..
19/10/2020
Il Covid-19 non ha fermato Loi di Campi, che continua a regalare autentiche perle rare ...
Arte e archeologi..
24/07/2020
"Ci sono vite che capitano e vite da capitano", ...
Arte e archeologi..
29/03/2020
In questi tempi inquieti e incerti, in cui tra le ...
Arte e archeologi..
05/03/2020
Uno Stradivari che colpisce il Covid-19, in queste ore sta ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...