“Sono un romantico del cazzo”, alla Galleria Capece le opere di Paolo Portaluri

domenica 3 agosto 2014

Si potranno ammirare fino al 9 agosto i quadri, i disegni e le poesie del giovane light designer magliese.

Resterà aperta fino al 9 agosto la mostra “Sono un romantico del cazzo” del light designer Paolo Portaluri, formatosi a Milano e Barcellona allestita all’interno della Galleria Capece di Maglie. I visitatori troveranno una piccola serie di quadri, disegni e poesie che parlano d’amore, amore erotico, anche un po’ porno. “Quando amiamo (movimento centrifugo) -spiega Portaluri-  siamo attratti sessualmente da qualcuno (movimento centripeto), ci è sempre difficile capire realmente che cos’è che ci innamora o ci eccita. Definire l’amore o l’attrazione fisica. L’amore è la sublimazione di un impulso erotico? O l’impulso erotico ha bisogno di essere sublimato? Sono due concetti intercambiabili? E l’amore senza attrazione sessuale è un amore puro o un amore castrato? Nonostante sia un argomento trattato da sempre, rimane ancora un mezzo tabù. Verso noi stessi prima che verso gli altri; un’incapacità di conoscerci. Restaurando Eros, forse accetteremo che nella ricerca di affetti, di sicurezze, di prospettive comuni (è l’uomo/la donna della mia vita)”.

Altri articoli di "Arte e archeologia"
Arte e archeologi..
19/10/2020
Il Covid-19 non ha fermato Loi di Campi, che continua a regalare autentiche perle rare ...
Arte e archeologi..
24/07/2020
"Ci sono vite che capitano e vite da capitano", ...
Arte e archeologi..
29/03/2020
In questi tempi inquieti e incerti, in cui tra le ...
Arte e archeologi..
05/03/2020
Uno Stradivari che colpisce il Covid-19, in queste ore sta ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...