A Ruffano in piazza a ritmo di pizzica, aspettando il Concertone della Notte di San Rocco

mercoledì 16 luglio 2014
A Ruffano stasera, venerdì 18 luglio, in attesa del concertone di Torre Paduli, primo appuntamento con la pizzica.

Una maratona di sette ore, tutta a ritmo di pizzica. Questa sera venerdì 18 a Ruffano è festival della pizzica, aspettando il concertone di Torre Paduli di agosto. La pizzica estiva sposa il centro storico della cittadina animando Piazza San Francesco con i ritmi incalzanti di sette gruppi locali.

Il festival è una delle tante feste che il Salento, soprattutto d’Estate, celebra ogni anno. Come tutti gli appuntamenti del genere, si collega fortemente alle tradizioni contadine: in provincia di Lecce, quando si svolgevano i lavori più duri nei campi sotto il sole cocente, all’imbrunire, ci si riuniva nel cortile della masseria o intorno all’aia delle case coloniche, e tra pietanze della cucina povera ed ottimo vino si cantava e si suonava, ballando al ritmo della pizzica pizzica scandita dal suono dei tamburelli. Un miscuglio di antichi riti dionisiaci della Magna Grecia uniti al senso religioso del Medioevo, che crea un binomio unico, magico, quasi catartico. 
Una festa che unisce alla musica la degustazione di prodotti locali come le melanzane ripiene, le frise, "li turcinieddi", gustosi spiedini di carne o le celebri pettole, pallottole di pasta lievitata molto morbida e fritta. 
Nonostante le pizziche uniscano tutto il Sud d'Italia, nel Salento, e a Ruffano in particolare, la Pizzica ed il Tamburello assumono un significato speciale. È infatti, a Torrepaduli, frazione di Ruffano, che dal 14 al 18 Agosto si svolge uno dei festival di pizzica più caratteristici e più celebri: la festa di San Rocco, dove si possono vedere un esempio di pizzica-scherma, detta “danza delle spade” o meglio, più specificatamente, “danza dei coltelli”, una specie di capoeira nostrana. 
Il ballo, che è una danza rituale di coppia, a tema antagonista, simula un duello fra due uomini, una volta accompagnato da coltelli oggi rievocati solo attraverso le dita e grandi gesti roteanti, indice e medio della mano colpiscono il petto dell'avversario, mentre tamburelli, nacchere, fisarmoniche, accompagnano il tutto a ritmo di pizzica.
Intorno ai danzatori si radunano i migliori suonatori di tamburello, tutt'attorno è musica e rullare di tamburelli a cornice, con interminabili ronde spontanee di danze e sfide, che si prolungano per tutta la notte. 
E proprio nell’attesa dei Festeggiamenti di San Rocco del 15 Agosto, con le serate complementari del 14, 16 e 17 Agosto e con il Concertone del 18 Agosto, la Fondazione Notte di San Rocco di Torrepaduli e l’Amministrazione Comunale di Ruffano con il sostegno della Provincia di Lecce, organizzano questo “Ruffano in Festival.

Programma della serata:

Aprono alle 20 i Tarantati di Nardò, alle 21 Tamburellisti di Otranto, alle 22 Echi 'ssemà, alle 23 I Calanti, a mezzanotte Ariacorte, all'1 Gekos , alle 2 Ariantica.
La maratona di pizzica chiuderà intorno alle 3 di notte.

Altri articoli di "Musica"
Musica
03/07/2020
BRINDISI - Dopo aver fatto parlare di sé i media ...
Musica
19/12/2019
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di ...
Musica
10/10/2018
 I medici del reparto di Rianimazione dove è ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...