Ladies for human rights: i ritratti di 18 donne coraggiose

lunedì 28 ottobre 2013

Un nuovo ritratto per ogni tappa e ieri la mostra "Ladies for human rights" ospitata dal Must si è arricchita del ritratto di Malala Yousafzai, la più giovane candidata al premio Nobel per la pace.


Da Annie Lennox a Madre Teresa di Calcutta, da Lady Diana a Rita Levi Montalcini: Ladies for Human Rights è un percorso di diciotto ritratti di donne simbolo di coraggio in tutto il mondo. La personale di Marcello Reboani, ideata e curata da Melissa Proietti, in collaborazione con Rfk Center for Justice and Human Rights Europe, è dedicata al tema delle donne e dei diritti umani. La mostra è approdata a Lecce nell'ambito del TedX dedicato quest'anno appunto al tema del coraggio.

L’esposizione Ladies for Human Rights è composta da diciotto ritratti di donne straordinarie che si sono impegnate con coraggio nella difesa dei diritti umani. Questi i diciotto ritratti materici realizzati in tecnica mista utilizzando materiali di recupero in un’ottica ecologica e di salvaguardia dell’ambiente che da sempre vede impegnato l’ar sta Marcello Reboani Annie Lennox, Isabel Allende, Aung an uu Kyi, orma Cruz, Audrey Hepburn, R nia di iordania, Joan Baez, Lady Diana Spencer, Leimah Gbowee, Giulia Tamaho Leon, Madre Teresa di Calcutta, Elisabeth Taylor, Anna Eleanor Roosvelt, Ellen Johnson Sirleaf, Caddy Adzuba Furaha, Anna Frank, Maria Montessori e Rita Levi Montalcini. Da un punto di vista artistico il progetto segna una svolta nel lavoro ell’artista Marcello Reboani che per la prima volta utilizza tessuti e pellami recuperati, dando ancora prova dell’inarrestabile ricerca formale che caratterizza il suo linguaggio, in cui predominano ecologia e filosofia del recupero nel rispetto del nostro pianeta. 

Per l’edizione leccese, Ladies for Human Rights aggiunge una nuova opera site specific che sarà esposta al Risorgimento Resort: il ritratto di Malala Yousafzai, studentessa pachistana, vittima di un attentato per mano talebana, la più giovane candidata al premio Nobel per la Pace, appena premiata come “ambasciatrice di coscienza” da Amnesty International. La scelta di Malala, unica giovane donna presente nella selezione della mostra insieme ad Anna Frank, sottolinea il valore didattico dell'iniziativa e la ferma volontà di sensibilizzare gli studenti delle scuole sul tema del diritti umani. La prossima donna ad essere rappresentata da Reboani nella tappa successiva della mostra, che dovrebbe essere a Cortina D'Ampezzo, sarà Angelina Jolie.

La mostra rimarrà aperta fino al 26 novembre. Il costo del biglietto è di 3 euro.

 

Altri articoli di "Arte e archeologia"
Arte e archeologi..
03/01/2021
La notizia è di quelle importanti e risale alle ...
Arte e archeologi..
19/10/2020
Il Covid-19 non ha fermato Loi di Campi, che continua a regalare autentiche perle rare ...
Arte e archeologi..
24/07/2020
"Ci sono vite che capitano e vite da capitano", ...
Arte e archeologi..
29/03/2020
In questi tempi inquieti e incerti, in cui tra le ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...