Appello dal canile lager di Noha: adottate i cani rimasti!

mercoledì 13 marzo 2013
Nel canile di Noha, sotto sequestro perché luogo di tortura per i cani cui vennero tagliate le corde vocali, 39 pelosi attendono ancora una famiglia.


“Adottateli!”. È un grido di aiuto quello che arriva dal canile di Noha, vicino Galatina. Arrivato alla ribalta delle cronache nazionali per le atrocità commesse nei confronti dei piccoli ospiti - costretti a subire il taglio delle corde vocali – è ancora sotto sequestro.
I 200 cani non ci sono più, ma rimangono ancora lì, abbandonati ad un destino dietro le sbarre senza alcuna colpa, 39 cani. Le volontarie che da anni quotidianamente si occupano della loro cura, lanciano oggi un disperato appello all'adozione.
"I cani, vittime delle atrocità umane, meritano un riscatto", spiegano. "Sarebbe dunque un'adozione del cuore, un modo per dimostrare ancor di più il proprio amore per gli animali".


Per spiegare cosa sia accaduto e per rilanciare la campagna di adozione, le volontarie hanno realizzato un video visionabile qui.

Info: oraassociazione@gmail.com; paolarollo271959@libero.it; claudiafus@gmail.com











 

Altri articoli di "Animali"
Animali
13/11/2018
Il Siberian husky dato alle fiamme in una casa a San Pietro Vernotico nella notte tra ...
Animali
19/09/2018
 Coinvolte oltre 60 tra associazioni, sezioni e ...
Animali
18/09/2018
 Lo straordinario avvistamento dei capodogli lo scorso 14 settembre. Il branco ...
Animali
11/09/2018
Meraviglia nel Canale d'Otranto. Un branco di balenotteri ...
Regione Puglia è Comune di Brindisi quest’anno hanno unito le forze (soprattutti i soldi) per chiudere il ...